Leanne Lyon ha 41 anni, viene da Northampton ed è mamma di due bambini, Megan, di 6 anni, e Kieran, di 9. Fin da quando la donna aveva 4 anni, ha sempre sofferto di crisi epilettiche. I medici le hanno diagnosticato un amartoma ipotalamico, cioè di un tumore al cervello non-canceroso, che provoca crisi epilettiche, problemi comportamentali, blackout e perdita di memoria. Leanne, a 17 anni, ha subito un intervento chirurgico per rimuovere una parte del cervello, con la speranza che il tumore potesse essere eliminato, ma in realtà le cose sono peggiorate. Da allora la donna ha circa cinque crisi al giorno ed ognuna arriva a durare anche mezzo’ora. La cosa insolita è che durante gli attacchi epilettici la donna comincia inconsapevolmente a spogliarsi, si toglie anche la biancheria intima e talvolta diventa incontinente.

Questa insolita condizione la fa sentire molto imbarazzata, tanto che spesso non esce di casa per evitare di essere considerata troppo scandalosa in luoghi pubblici. La donna ha dichiarato che questa malattia le ha rovinato la vita, soprattutto perché non riesce a prendersi sempre cura dei suoi figli, che devono essere affidati ad una babysitter. Leanne non ricorda nulla di tutto quello che fa nel momento in cui ha una convulsione, è come se avesse un blackout improvviso e, a volte, al risveglio, le è capitato di non sapere neppure dove si trovasse. Il tumore della signora Lyon può essere curato con una chirurgia mini invasiva, che viene praticata solo negli Stati Uniti e che costa 95mila dollari. Leanne sta cercando di raccogliere fondi per arrivare a questa cifra e per tornare ad avere una vita normale. Il suo sogno è quello di portare i figli al parco, senza doversi preoccupare degli improvvisi attacchi epilettici, che lasciano sconvolti anche i suoi bambini.