Gemma Leslie è una donna di 31 anni, viene da Dunfermline e, quando è diventata mamma per la seconda volta, ha sofferto di una grave forma di depressione post-parto. Era ancora ricoverata in ospedale dopo la nascita di Benjamin quando ha cominciato a sentirsi triste e frustrata. Piangeva ad ogni ora del giorno e della notte e non riusciva a reagire. “Era come se fossi sulle montagne russe. Il mio stato d’animo cambiava da un momento all’altro”, ha spiegato Gemma.

E’ proprio in quel periodo tetro, orribile è straziante che ha cominciato a scattarsi dei selfie ogni giorno. In questo modo, è riuscita a vedere con i suoi occhi quanto stesse male, con la speranza che un giorno proprio quelle foto l’avrebbero aiutata a dare di nuovo un senso alla sua vita. “Le foto erano raccapriccianti, io avevo gli occhi gonfi, lo sguardo disperato ma allo stesso tempo ero onesta. Ho pensato che, se le avessi riguardate, mi sarei sentita meglio”, ha dichiarato la 31enne.

Durante la gravidanza, non aveva avuto alcun problema, i primi problemi sono apparsi solo quando ha dovuto affrontare un cesareo d’emergenza, che ha sconvolto i suoi piani. Da quel momento in poi, è come se le fosse crollato il mondo addosso. Oggi, però, la donna è riuscita finalmente a riprendersi e si gode la dolce compagnia dei due bambini. E' riuscita a farlo solo grazie ai suoi gli autoscatti. Vedersi in quello stato tanto pietoso le ha dato la forza di reagire e di andare avanti con positività: ora ha capito che non c'è nulla di più bello che vedere i suoi piccoli crescere giorno dopo giorno.