6 giugno 1998, la HBO trasmette la prima puntata di Sex and the City. Oggi la serie compie 15 anni e il suo successo non accenna a diminuire. SATC è stato il telefilm più visto e amato del ventennio, ha collezionato milioni di fedeli fan in tutto il mondo influenzando lo stile contemporaneo, lanciando mode e mostrando un'altra faccia delle donne single. Le avventure di Carrie, Samantha, Miranda e Charlotte ancora oggi rimangono nei cuori di tutti gli appassionati che continuano a guardare e riguardare le puntate emozionandosi proprio come la prima volta.

Oltre alle tematiche trattate, alla perfezione della regia e alla bellezza della sceneggiatura, SATC ha affascinato i telespettatori con i meravigliosi costumi scelti per le protagoniste dalla geniale costumista  Patricia Field, che successivamente ha curato i look dei film tratti dalla serie, di serie tv come Ugly Betty e cult movie come "Il Diavolo veste Prada". La Field è riuscita a proporre uno stile nuovo, seguendo le mode del momento senza aver paura di sperimentare, di osare con accostamenti inconsueti e capi scenografici.

Sarah Jessica Parker è divenuta un'icona di stile anche grazie al personaggio di Carrie Bradshaw, che nelle diverse puntate di SATC sfoggia meravigliosi abiti, scarpe da sogno e borse per cui ogni donna farebbe follie. Chi non ha ben impressa nella mente l'immagine di Carrie con gonna di tulle mentre, nella sigla iniziale, cammina per le strade affolate di New York? Il tulle ritorna anche in una delle ultime puntate: Carrie è letteralmente immersa in un maxi abito Versace mentre sola e sconsolata aspetta il "russo" nella sua suite parigina. Nella serie la moda italiana diviene protagonista grazie all'eroina fashion che non si separa mai dalle sue bag Gucci, indossa Prada per una corsa in moto con l'odioso Berger e sfila in passerella con un preziosissimo slip di Dolce&Gabbana. Ma Carrie ama anche Dior, John Galliano, Jean Paul Gaultier e soprattutto non si separa mai dalle sue adorate Manolo.