Dal 18 al 24 aprile, l’Associazione NonSoloCiripà promuove in Italia la Settimana Internazionale del Pannolino Lavabile. L’idea è arrivata da un gruppo di genitori che, stufi di dover ricorrere a dei pannolini usa e getta per i loro piccoli, hanno pensato ad un’alternativa ecologica e lavabile. I benefici di prodotti simili sono incredibili e non solo a livello ambientale. Innanzitutto, i pannolini lavabili permetto di risparmiare moltissimo poiché si acquistano una volta sola e possono essere utilizzati infinite volte, anche per più figli.

Secondo una stima calcolata dall’Associazione, che ha tenuto in considerazione anche l’elettricità e l’acqua necessarie per il lavaggio, con i pannolini lavabili si spenderebbero centinaia di euro in meno. Come se non bastasse, sono un toccasana per la salute dei piccoli poiché diminuiscono il rischio di eritemi ed irritazioni e lasciano traspirare i genitali. Sono semplici da usare, sono disponibili in diverse fantasie e soprattutto in diversi tessuti, dal corone al bambù, fino ad arrivare alla microfibra.

Facendo una rapida ricerca sul web, è possibile trovare diverse aziende che li mettono in vendita, come Culla di Teby, Charlie Banana, o MammaFlò, che propongono spesso anche degli incredibili sconti. I pannolini lavabili sono l’ideale per quelle mamma che non vogliono più spendere capitali e che intendono salvaguardare la salute del piccolo. Per tutte quelle che, allo stesso tempo, odiano fare il bucato, non c’è nulla da temere, i pannolini lavabili possono essere lavati, asciugati e farciti in pochissimo tempo.