Fare sesso piace a tutti e, anche se spesso non se ne parla perché l'argomento viene considerato un tabù, è da secoli che riesce a eccitare e a stimolare le fantasie più hot di uomini e donne di tutto il mondo. Non è un caso che i primi nel Medioevo ci si masturbava sulle poesie a tema sessuale, che i primi dildo sono stati costruiti dalle donne primitive con la pietra e che le romane usavano qualcosa di molto particolare come afrodisiaco: ecco quali sono le curiosità sul sesso che nessun insegnante ha m ai osato rivelare.

1. Le donne medievali sapevano come ingannare i "test di verginità" – Nel Medioevo le donne dovevano essere pure e virtuose ed è per questo che gli veniva chiesto di rimanere vergini fino alle nozze. Nonostante ciò, le rappresentanti del sesso femminile avevano un trucco per falsificare i test di verginità: utilizzavano il morso di una sanguisuga per generare una perdita di sangue e ingannare il marito.

2. Le poesie di sesso erano molto popolari nella Francia medievale – Prima delle riviste hot, prima dei film pornografici e dei successivi siti come Pornhub, venivano utilizzate delle poesie di sesso per masturbarsi. Nel Medioevo erano molto diffuse in Francia e, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, erano decisamente spinte.

3. I primi dildo erano in pietra – Il primo dildo della storia è stato creato circa 28.000 anni fa in Germania, precisamente nella grotta di Hohle Fels ed è fatto in pietra. Le "versioni" successive sono state ricoperte con una guaina di cuoio, così da diventare più morbide, ma la cosa certa è che venivano utilizzati anche dalle donne primitive.

4. Il petting è nato negli anni '20 – Negli anni '20 erano molte le donne che rifiutavano l'educazione "puritana" dei genitori e che intendevano ribellarsi senza però osare troppo. E' proprio in quel periodo storico che è nato il petting, il cui scopo era baciare, coccolare ed eccitare un ragazzo senza però arrivare mai al sesso.

5. Le antiche romane usavano il sudore dei gladiatori come afrodisiaco – Gli antichi romani non usavano il sapore, preferivano coprirsi d'olio dopo aver raschiato il sudore e lo sporco accumulato sulla pelle con degli appositi attrezzi. Molte aristocratiche conservavano quella sporcizia per utilizzarla poi come "crema idratante" e come lubrificante per le parti intime.5. E così faceva anche la pornografia dura.

6. I medici vittoriani masturbavano le loro pazienti – E' ormai risaputo che in epoca vittoriana l'isteria femminile veniva considerata una vera e propria malattia. L'ansia e l'irritabilità venivano però curate in maniera molto particolare: con la masturbazione. L'orgasmo infatti rilassa sia il corpo che la mente e permette di liberarsi dal nervosismo.

7. Gli uomini potevano essere sottoposti a prove di impotenza – Nel Medioevo esistevano pochi motivi che avrebbero potuto rendere legittimo un matrimonio, uno di questi era l'impotenza maschile. Se una donna avesse dimostrato che il proprio uomo non riusciva a soddisfarla tra le lenzuola, avrebbe potuto ottenere la separazione. La prova, però, veniva svolta in tribunale, dove al marito "sotto accusa" veniva chiesto di eiaculare di fronte a una giuria.