Mandy Allwood ha 50 anni ed è conosciuta con il soprannome “Octomum”. Nel 1996 aveva solo 31 anni quando ha dato alla luce ben 8 gemelli, 6 maschi e 2 femmine. I piccoli sono nati alla 24esima settimana di gravidanza, ma purtroppo nessuno di loro ce l’ha fatta ed in soli 3 giorni tutti hanno perso la vita. In un attimo, un momento così gioioso come il parto si è trasformato in un vero e proprio incubo. Negli anni successivi, Mandy è caduta in depressione, ha cercato di togliersi la vita due volte e non è riuscita a dimenticare la tragedia che le è accaduta.

Addirittura, soffre ancora di gravidanze fantasma, è come se sentisse i calcetti dei piccoli nel suo grembo. “Non potrò mai più dimenticare, sono sempre nella mia testa. Da quando ho partorito continuo a sentire i loro movimenti nella mia pancia. E’ un dolore lancinante”, ha dichiarato la donna. Il prossimo 30 settembre sarà il 19esimo anniversario della morte dei bambini e, come ogni anno, Mandy si recherà al cimitero di West Norwood a Londra per lasciare dei fiori sulla loro tomba. Come se non bastasse, dopo il dramma, la donna si è separata anche dal suo compagno Paul Hudson, con il quale aveva concepito gli 8 gemelli in seguito ad un trattamento per la fertilità.

I medici le avevano parlato dei possibili effetti collaterali della cura, ma la donna è voluta andare contro i pareri degli specialisti. Alcune giornate per lei sono tremende, non parla con nessuno e trova una consolazione solo nell’alcol. Per il futuro spera di trovare la forza per andare avanti e dimostrare a tutti quelli che perdono i figli che reagire e continuare con la propria vita è possibile.