E’ ormai risaputo che tra impegni lavorativi, crisi economica e difficoltà nel trovare la persona giusta, le donne cominciano a pensare sempre più tardi alla maternità. Se un tempo già a partire dai 20 anni si metteva su famiglia, oggi le cose sono decisamente cambiate e una donna su 4 arriva ai 40 anni senza aver avuto figli.

A confermate questa inversione di tendenza, i dati Istat, secondo i quali tra le nate nel 1976, cioè quelle che nel 2016 hanno compiuto o compiranno 40 anni, il 24,1% non ha ancora affrontato una gravidanza. In particolare, al nord la percentuale è più alta con il 25,9%, segue il centro con il 25% e infine al sud scende al 23,5%. Se si confrontano questi numeri con quelli delle nate nel 1952, il risultato è chiaro: nel 1992, cioè nell'anno in cui avevano compiuto 40 anni, solo il 12,1% di loro non aveva ancora un bambino. Naturalmente, è cambiata anche l’età in cui ci si sposa per la prima volta. Oggi si convola a nozze in media intorno ai 30,7 anni, contro i 26,8 del 1996. I single non vedovi, inoltre, sono raddoppiati da 2,2 milioni a 4,8 milioni in appena 10 anni.

Insomma, pare proprio che il matrimonio e la maternità siano cose passate in secondo piano nella vita delle donne. Queste ultime il più delle volte preferiscono realizzarsi dal punto di vista professionale prima di provare ad avere un figlio, anche se in molti altri casi non riescono a trovare un partner serio con cui pensare ad una famiglia. A quanto pare, i bambini delle future generazioni avranno moltissimi anni di differenza con la loro mamma.