Natalie Ross è una ragazza di 26 anni di Manchester ed ha sempre amato cambiare look attraverso le tinture di capelli più svariate. Fin da quando era giovanissima, ha imparato l’arte del “fai da te” e, piuttosto che andare dal parrucchiere, ha sempre fatto tutto da sola. Ha ammesso però che, prima di procedere con la colorazione, non ha mai effettuato i test allergici nelle 48 ore precedenti all’uso, raccomandati invece su tutti i foglietti illustrativi.

E’ proprio per questo che qualche giorno fa le è capitato qualcosa di terribile. Aveva appena utilizzato una tintura per capelli della L'Oreal senza averla testata per passare dal colore rosso al nero, quando ha avuto una fortissima reazione allergica. Il volto le si è gonfiato così tanto che non riusciva più ad aprire gli occhi e a vedere. "Avevo avuto delle reazioni allergiche prima di allora, ma erano sempre state lievi. Al massimo avevo avvertito prurito ed avevo visto un po’ di rossore sulla cute, ma questa volta è stato decisamente peggio. Sembravo un alieno”, ha spiegato Natalie. Corsa d’urgenza in ospedale, i medici le hanno consigliato di lavare subito i capelli per cercare di eliminare il colorante che le causava quella forte reazione, ma una volta fatto le cose non sono migliorate.

Natalie ha rischiato di morire a causa di uno shock anafilattico. Dopo 2 settimane di sofferenza, ha capito che l’unico modo per fermare l’allergia era sbarazzarsi dei suoi capelli. Li ha dunque rasati completamente ed è finalmente guarita. Oggi sta bene e si sente fortunata, ma fa molta fatica ad accettare il suono nuovo look, visto che le è stato detto anche che somiglia al dittatore nord-coreano Kim Jong-un. Per il futuro, spera di riuscire a farli ricrescere, così da tornare a credere in se stessa, di sicuro non farà più delle tinture senza averle prima testate.