Gli anni '90 sono tornati e da diverse stagioni i trend che hanno spopolato in quel periodo storico sono tornati in voga, dai pantaloni a vita bassa all'intimo in vista, fino ad arrivare ai crop top e ai baggy jeans. Anche in fatto di accessori bisogna ispirarsi alle vecchie mode per essere "sempre sul pezzo": tra scrunchie, mollettine, anelli di plastica e choker sembra di ritornare ai tempi di "Cioè". La Maison di moda di lusso Bottega Veneta lo sa bene e ha lanciato una collana originalissima in pieno mood '90s, peccato solo che non tutti l'abbiano apprezzata. Il motivo? Sembra un classico cavo telefonico vintage ma, a differenza di quest'ultimo, viene venduta a un prezzo da capogiro.

È polemica sul prezzo del choker di Bottega Veneta

Andate matti per le collane choker ispirate agli anni '90? Il nuovo gioiello firmato Bottega Veneta fa al caso vostro. Sul sito ufficiale della Maison viene presentato come "collana a spirale", è in argento sterling smaltato, ha la chiusura a gancio ed è capace di aggiungere un effetto sexy e avvolgente a qualsiasi look. Qual è la sua particolarità? La forma, visto che primo impatto sembra essere il classico cavo a spirale dei telefoni vintage. È disponibile in bianco, in verde e in viola lavanda e il suo prezzo è di 1.500 euro, cifra che ha suscitato innumerevoli polemiche sul web, visto che viene considerata un tantino eccessiva dagli utenti. A "documentare" l'indignazione degli utenti dei social di fronte la collana è stato l'account Instagram Diet Prada.

La collana a spirale di Bottega Veneta
in foto: La collana a spirale di Bottega Veneta

Perché la collana a spirale costa una fortuna

Basta guardare i commenti alle foto del gioiello per rendersi conto che solo in pochi ne hanno compreso il reale valore . È stato definito "troppo caro", è stato paragonato al "telefono fisso della nonna", è stato considerato "una truffa": solo i rappresentanti della generazione Z, ovvero coloro che non hanno vissuto gli anni '90, possono non accorgersi del fatto che il cocker è identico al classico cavo a spirale di plastica. Come se non bastasse, in molti hanno ritenuto che è facilissimo riprodurne un modello identico ma decisamente più economico: basta smontare un vecchio telefono vintage e legare il cavo intorno al collo. Vista la polemica, Bottega Veneta si è vista costretta a intervenire sulla questione: la verità è che il girocollo è in argento, è stato smaltato con la stessa lavorazione del vetro veneziano, quella che si usa per decorare i lampadari di Murano, ed è proprio per questo che il suo prezzo è "di lusso".

Il look Bottega Veneta
in foto: Il look Bottega Veneta

Il ritorno delle collane choker anni '90

Ricordate i collarini che hanno spopolato negli anni '90? Si chiamano choker e all'epoca erano un vero e proprio must-have, soprattutto i modelli elastici che venivano allegati ai numeri dell'iconica rivista per teenager, il Cioè. Oggi sono tornati in gran voga e ne esistono ormai di ogni tipo, dai semplici nastrini in raso o velluto da portare annodati dietro al collo a girocolli rigidi in stile Cleopatra, fino ad arrivare a dei preziosi gioielli in oro e diamanti, magari decorati con perle e pietre scintillanti. A prescindere dalla variante che si sceglie, il cocker dona un effetto avvolgente e sexy, slancia il collo e aggiunge un tocco trendy a ogni tipo di look. Insomma, il collarino è un vero e proprio must-have da qualche stagione a questa parte e di sicuro sarà sfoggiatissimo anche durante la primavera 2021.