Charlie McLellan è un bambino di 8 anni, viene da Huntingdon, nel Cambridgeshire, e quello che ha fatto è incredibile. A scuola, la sua maestra gli aveva chiesto di scrivere un tema sul suo eroe preferito e, a differenza dei suoi compagni che hanno scelto Batman e Superman, lui ha parlato di suo fratello minore Dan. Il piccolo è disabile, ha la distrofia muscolare congenita di Ullrich e per lui ogni giorno è una nuova sfida.

La malattia è comparsa quando il bimbo aveva solo 2 anni, proprio quando stava imparando a camminare, un’attività che per lui col tempo diventerà sempre più difficile da realizzare. Secondo Charlie, il suo fratellino è così speciale perché ha i muscoli scarsamente sviluppati ma non si lamenta affatto. Nel tema ha scritto: “Mio fratello è il mio eroe, anche se non tutti lo conoscono. E’ determinato, gentile, allegro ed ha talento”. I genitori di Charlie, James e Debra, hanno letto il compito solo alla fine dell’anno scolastico, quando hanno ricevuto tutti i suoi temi, e naturalmente sono rimasti senza parole.

Non riuscivano a credere che il loro bambino avesse potuto scrivere delle parole tanto toccanti ed emozionanti. “Gli abbiamo dato un abbraccio più grande che mai. Lui ha continuato a spiegare quanto Dan fosse speciale”, ha dichiarato la mamma del piccolo. Charlie ha dimostrato che i supereroi non devono essere necessariamente dei personaggi di fantasia dai poteri sovrumani, basta guardarsi intorno per scoprire chi sono davvero le persone coraggiose, capaci di affrontare con forza le sfide della vita. Sono le persone come Dan ad essere davvero speciali.