Kate Gross aveva 36 anni, era madre di due gemelli e lo scorso Natale è morta per un cancro al colon, lasciando la sua famiglia nella disperazione più totale. La donna ha raggiunto innumerevoli successi durante la sua vita, ma, a soli 34 anni, ha scoperto di avere un tumore. Prima di andarsene, ha voluto scrivere un libro autobiografico per lasciare un buon ricordo di lei a tutti i suoi cari, intitolato "Late Fragments". Kate si è laureata all’università di Oxford, ha lavorato come segretaria personale di Tony Blair e Gordon Brown ed è stata amministratore delegato di un ente di beneficenza che aiuta i popoli in Africa.

Nel libro, Kate non ha voluto dare spazio all’infelicità e alla tristezza, ma ha cercato di spiegare che la vita è meravigliosa e deve essere vissuta a pieno fino alla fine. Suo marito Billy e i suoi ragazzi, Oscar e Isaac, sono rimasti davvero traumatizzati dalla notizia della sua malattia, ma lei gli ha insegnato ad affrontare anche la peggiore delle tragedie senza perdere la gioia e la speranza. “Non c'è davvero nulla che si può dire ad una persona che sta per morire e noi non ci aspettiamo grandi parole di saggezza o di conforto”, ha scritto Kate nel suo libro. Ha poi consigliato di fare una visita a tutti coloro che sono malati di cancro e che sanno che gli rimane poco tempo a disposizione: sono queste le cose che danno vitalità e serenità negli ultimi giorni di vita. La donna conclude poi il suo libro con un appello straziante al marito: “Non dimenticarti di mia mamma e di mia sorella e soprattutto non credere che questa sarà l’ultima volta che ci vediamo”.