Joanne Carr è una donna di 37 anni, viene da Liverpool ed è mamma di Dougie McInerney, un bambino di 5 anni. E' proprio grazie a lui che oggi è ancora viva, visto che quando il piccolo aveva solo 14 mesi si è improvvisamente rifiutato di essere allattato al seno destro. All'inizio tutto procedeva normalmente, poi un giorno le abitudini del bambino sono cambiate e accettava di essere nutrito solo dal seno sinistro.

Trovando la cosa incredibilmente strana, la donna si è sottoposta a un controllo medico e, dopo vari test, la diagnosi è stata terribile: aveva un nodulo nel condotto del latte. Nonostante fosse un cancro abbastanza aggressivo, è stata subito rassicurata sul fatto che si sarebbe potuto curare. Certo, non ha potuto fare a meno di piangere quando lo ha comunicato alla famiglia ma alla fine ha trovato la forza di sottoporsi alle cure aggressive che la malattia richiedeva per essere sconfitta.

Per 8 mesi ha fatto delle chemioterapie che le hanno causato la perdita dei capelli e nel marzo 2018 ha rimosso chirurgicamente le cellule tumorali. Alla fine, però, è riuscita a dire addio al cancro. Oggi Joanne sta bene e può godersi finalmente al 100% il figlio, quello che ha completato la sua adorabile famiglia, ha infatti un'altra bambina di 11 anni. "Mi ha salvato la vita, è stato un miracolo. Se non avessi avuto Dougie, probabilmente mi sarei accorta troppo tardi del tumore", ha spiegato la mamma. La donna non può fare a meno di definire il figlio il suo "angelo custode", è stato lui a salvarle la vita, anche se inconsapevolmente: avere la possibilità di vederlo crescere è la sua più grande gioia.