6.909 CONDIVISIONI
24 Gennaio 2014
18:45

Scopre di avere un tumore in gravidanza, rinuncia alle cure per salvare sua figlia

Una giovane donna incinta scopre di avere un tumore al fegato ma decide di non iniziare le chemioterapie necessarie per salvaguardare la vita della bimba che porta in grembo.
A cura di Redazione Donna
6.909 CONDIVISIONI

Emma Grandison, 31 anni, lo scorso giugno ha scoperto di essere incinta. Dopo pochi mesi dalla lieta notizia la gioia per l'arrivo di una bimba si è trasformata in dolore immenso. La donna ha iniziato ad avere forti dolori addominali. Il suo medico pensava si trattasse di calcoli biliari e le ha prescritto alcuni esami. Purtroppo però dopo gli accertamenti Emma ha scoperto di avere un tumore allo stadio avanzato al fegato. Le rimanevano pochi mesi di vita e i medici le hanno consigliato di iniziare immediatamente la chemioterapia per cercare di sconfiggere il cancro.

La cura contro il tumore però avrebbe potuto provocare dei danni alla bambina che aspettava, per questo Emma ha deciso di sacrificarsi e di non sottoprsi ad alcuna cura fino alla nascita di sua figlia.  La piccola Erin è nata prematura dopo solo 15 settimane, avrebbe dovuto nascere il prossimo 16 febbraio. Nonostante pesasse pochi grammi la bambina ha tenuto duro, ora si trova al Royal Hospital di Preston ed è tenuta sotto osservazione in un'incubatrice. La piccola sta facendo ottimi progressi e pian piano cresce. La forza di Erin ha dato una nuova speranza a sua madre che subito dopo il parto ha iniziato la chemioterapia e ora sta cercando di sconfiggere il cancro per poter vedere sua figlia crescere.

6.909 CONDIVISIONI
Endometriosi e gravidanza: avere un figlio nonostante la malattia è possibile
Endometriosi e gravidanza: avere un figlio nonostante la malattia è possibile
Diastasi addominale: i sintomi, le cure e i fattori di rischio in gravidanza
Diastasi addominale: i sintomi, le cure e i fattori di rischio in gravidanza
Cancro al seno: la maternità è possibile grazie alla crioconservazione degli ovociti
Cancro al seno: la maternità è possibile grazie alla crioconservazione degli ovociti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni