Lo sciroppo d'acero è un liquido zuccherino che si produce dalla lavorazione della linfa di due differenti piante: l'acero da zucchero e l'acero nero. Viene prodotto in Canada, paese di cui la pianta d'acero è simbolo, e negli Stati Uniti dove viene utilizzato soprattutto come dolcificante e condimento per i pancake. L'estrazione della linfa avviene in primavera e, una volta estratta, viene bollita soprattutto per eliminare l'eccesso di acqua. Per ottenere 1 litro di sciroppo d'acero bisogna far bollire 40 litri di linfa, lo sciroppo in seguito viene filtrato ottenendo così diverse gradazioni: il grado A è quello dal colore ambrato e dal sapore più delicato, ed è quello che viene venduto anche in Italia, poi c'è il grado B dal sapore più intenso e, infine, il grado C più forte nel gusto e dal colore più scuro. Dopo melassa e stevia, lo sciroppo d'acero è tra i dolcificanti naturali meno calorici, con 250 calorie per 100 grammi contro le 392 calorie dello zucchero. Oltre ad essere poco calorico ha anche molte proprietà benefiche: ha un basso indice glicemico, è drenante, depurativo, antiossidante, inoltre aiuta a dimagrire, soprattutto ad eliminare il grasso addominale grazie alle sue proprietà brucia grassi.

Proprietà benefiche e terapeutiche dello sciroppo d'acero

Antiossidante: aiuta a contrastare gli effetti negativi dei radicali liberi, rallentando l'invecchiamento cellulare, aiutando quindi anche a prevenire i tumori.

Aiuta stomaco e intestino: riesce a proteggere lo stomaco, rivelandosi efficace anche in caso di gastrite e, il suo effetto leggermente lassativo, aiuta l'intestino riducendo anche infiammazioni e irritazioni del colon.

Stimola la diuresi: soprattutto grazie al contenuto di potassio e alle sue proprietà drenanti, aiuta a eliminare il gonfiore e i liquidi in eccesso. Inoltre, sempre grazie al potassio, riesce a tenere sotto controllo la pressione del sangue. Per vedere gli effetti diuretici dello sciroppo d'acero vi basterà 1 cucchiaio al giorno al mattino, a digiuno, sciolto in un bicchiere d'acqua.

Dona energia: può essere un ottimo integratore anche per chi pratica sport: può essere assunto diluito prima degli allenamenti per avere la giusta carica, o durante, per ripristinare i sali minerali persi durante lo sforzo fisico.

Utile in caso di anemia: grazie al ferro contenuto nello sciroppo d'acero che lo rende un alimento adatto quando in caso di anemia e mancanza di ferro.

Rimedio naturale contro la tosse: per combattere la tosse potete realizzare questo sciroppo naturale da prendere prima di andare a letto. Versate in un barattolo sterilizzato una tazza di sciroppo d'acero, aggiungete poi 4 cucchiai di acqua calda e il succo di mezzo limone e miscelate bene gli ingredienti. Conservato in un barattolo ben chiuso potete tenere in frigo lo sciroppo fino a 3 mesi.

Utilizzato nelle diete dimagranti: Lo sciroppo d'acero è molto utile per depurarsi, grazie all'azione diuretica che ci libera dal problema della ritenzione idrica, e aiuta anche a perdere peso grazie alle proprietà termogeniche che accelerano il metabolismo aiutando così a bruciare grassi. Utile soprattutto quando si hanno pochi chili da perdere, è l'ideale per eliminare il grasso in eccesso su pancia e fianchi. Con la dieta dello sciroppo d'acero, che si può seguire fino ad un massimo di sette giorni, si possono eliminare le tossine dal nostro corpo e sviluppare una maggiore resistenza alle malattie.

Valori nutrizionali

Sciroppo d'acero – Quantità per 100 grammi – Calorie 260 
Grassi 0,1 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 12 mg
Potassio 212 mg
Carboidrati 67 g
Fibra alimentare 0 g
Zucchero 68 g
Proteina 0 g
Vitamina A 0 IU – Vitamina C 0 mg
Calcio 102 mg – Ferro 0,1 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0 mg
Vitamina B12 0 µg – Magnesio 21 mg

Sciroppo d'acero: dove acquistarlo e quanto costa

Lo sciroppo d'acero si può acquistare nei supermercati, nelle erboristerie, nei negozi bio e on line. Assicuratevi però di acquistare lo sciroppo biologico che è garanzia di migliore qualità. I costi variano dai 5 ai 20 euro e le confezioni sono minimo da 250 ml, fino ad arrivare a quelle di 1 litro.

Controindicazioni

Lo sciroppo d'acero è controindicato in caso di diabete, o comunque può essere usato solo in piccole dosi come sostituto dello zucchero. Meglio sempre chiedere prima il parere del medico. Inoltre potrebbe provocare reazioni allergiche in soggetti predisposti. Non è consigliato come alimento da dare ai neonati perché lo digeriscono meno rispetto al miele.

Come utilizzare e conservare lo sciroppo d'acero

Lo sciroppo d'acero si usa principalmente come dolcificante per le nostre bevande, soprattutto latte e tè. In Canada e negli Stati Uniti è il condimento preferito per i pancake, ma può essere utilizzato anche al posto dello zucchero per la preparazione di dolci e biscotti oppure per guarnire torte e dessert. Per sostituire lo zucchero nelle vostre ricette dovete calcolare che per 100 grammi di zucchero dovete utilizzare 75 grammi di sciroppo d'acero invece, se volete sostituirlo al miele, potete utilizzare le stesse quantità. Una volta aperta, la confezione va conservata in frigo, lo sciroppo d'acero è un prodotto che non ha scadenza e, se volete tenerlo più a lungo, potete anche congelarlo facendone piccole porzioni da conservare negli appositi sacchetti per il freezer.

Miele o sciroppo d'acero?

Lo sciroppo d'acero è un buon sostituto del miele e, grazie al suo sapore delicato, è un dolcificante naturale da sciogliere nelle bevande o nei dolci con meno calorie rispetto al miele.

La ricetta: plumcake alle mele e sciroppo d'acero

È una ricetta molto semplice da preparare anche come merenda. Ingredienti per 6 persone: 200 grammi di farina, 150 grammi di sciroppo d'acero, 2 uova, 100 grammi di yogurt, 1/2 bustina di lievito per dolci, 100 ml di latte, 2 mele, 60 grammi di burro e un po' di sale. Procedimento: in una terrina mettete lo yogurt e le uova, amalgamate e aggiungete il latte, mescolate con una frusta e aggiungete poi il burro fuso. Mettete un cucchiaio di sciroppo d'acero, poi la farina e il lievito in polvere. Le mele dovranno essere tagliate in parte a pezzettini per essere aggiunte all'interno e parte a fette per essere messe sopra come decorazione. Aggiungete quindi i pezzetti di mela all'impasto e amalgamate, poi versatelo in uno stampo per plumcake, che avrete imburrato e infarinato, e aggiungete le fette di mela sopra spennellandole con lo sciroppo d'acero. Cuocete per 45 minuti a 180°C