In Argentina due madri si sono riunite con le proprie figlie appena nate dopo aver inconsapevolmente trascorso tre settimane prendendosi cura della bambina dell'altra. Le due neonate erano state scambiate in una clinica privata nel giorno della nascita. Una delle due madri, Maria Lorena Gerbeno, 37 anni, avvocato di San Juan, aveva avuto alcuni sospetti dopo il parto: i medici le avevano comunicato il peso della bambina, successivamente Maria aveva preso in braccio la neonata ma le sembrava più leggera del dovuto. Aveva fatto presente la cosa alle infermiere che l'avevano tranquillizzata dicendole che forse aveva capito male.

Quel giorno, il 30 settembre, anche Veronica Tejada aveva dato alla luce una bambina nella stessa clinica privata di San Juan dove aveva partorito Maria. Le due donne si sono incontrate qualche settimana dopo nella stessa clinica, entrambe avevano portato le loro figlie dai medici per un controllo. Hanno iniziato a chiacchierare e pian piano sono saltati fuori i dubbi e le incertezze. Dati i sospetti Maria Gerbeno ha fatto una denuncia penale e richiesto il test del DNA, il quale ha confermato che i neonati erano stati accidentalmente scambiati nel giorno della nascita.