Lorena Cobuzzi e Antonella Zenga hanno vissuto per 24 anni in una famiglia che non era la loro: la causa di tutto ciò è stato un fatale errore di un ospedale pugliese, dove sono state scambiate e assegnate alle famiglie sbagliate. Nate a 11 minuti di distanza, Lorena è stata affidata ai Cobuzzi, genitori biologici di Antonella, che è invece stata affidata agli Zenga, padre e madre di Lorena.

La verità è stata conosciuta solamente dopo 24 anni, quando il Sig. Cobuzzi è entrato in possesso di una fotografia in cui era presente Antonella, e ha notato l'incredibile somiglianza con Caterina, la sua mamma biologica. I Cobuzzi hanno deciso quindi di effettuare un test del DNA e hanno scoperto l'amara verità: la ragazza che avevano cresciuto fino ad allora non era la loro bambina, ma una perfetta sconosciuta. La notizia ha lasciato tutti a bocca aperta, soprattutto Lorena che in pochissimo tempo si è ritrovata a non sapere più chi era realmente e chi fosse la sua reale famiglia.

Per Lorena è stato un vero e proprio shock e oggi ha chiesto un risarcimento di 5 milioni di Euro. La ragazza infatti ha dovuto sottoporsi a numerose sedute di terapia per superare lo shock e tornare ad affrontare la sua nuova vita. Le due ragazze, Antonella e Lorena, non si erano mai incontrate, nonostante vivessero a pochi chilometri di distanza. La loro storia però è stata molto diversa: mentre Lorena ha vissuto un'infanzia felice, con le cure amorevoli della famiglia Cobuzzi, Antonella ha vissuto una realtà ben più difficile. La famiglia Zenga infatti ha avuto dei momenti tormentati, che hanno portato alla separazione dei genitori: la donna che Antonella ha creduto sua madre fino a poco tempo fa, l'aveva abbandonata in tenera età, e il padre la maltrattava. Oggi le due ragazze non sono ancora riuscite a creare un rapporto, ma Lorena ammette di considerare Antonella come una sorella.