Sara Sampaio è una delle modelle più belle e desiderate al mondo, non a caso fa parte dei meravigliosi angeli di Victoria's Secret. Di recente è apparsa in una versione davvero sexy sulla copertina di "Lui Magazine" ma la cosa che in pochi sanno è che non ha dato alcun consenso per la pubblicazione di quelle foto in topless. E' proprio per questo che ha pensato bene di denunciare la rivista francese, scrivendo un post su Instagram in cui ha raccontato dettagliatamente l'accaduto.

Sara Sampaio in topless in copertina

Sara Sampaio è la protagonista della copertina dell'ultimo numero di "Lui Magazine", una rivista francese dedicata al pubblico maschile, sulla quale è apparsa in atteggiamenti sensuali con indosso uno slip bianco e un impermeabile con il collo di pelliccia tenuto sbottonato, che rivela chiaramente il seno. Prima del servizio fotografico, la modella, però, aveva precisato di non avere alcuna intenzione di apparire senza veli ed è rimasta senza parole nel momento in cui ha visto lo scatto con i capezzoli in mostra. Ha dunque voluto denunciare la rivista per non aver rispettato l'accordo.

La modella denuncia la rivista "Lui Magazine"

Una volta visto lo scatto sexy pubblicato sulla cover del giornale, Sara Sampaio ha scritto un post di denuncia sui social. La modella ha affermato:

Il fatto che io abbia posato nuda in passato non dà il permesso a nessuno di pensare che lo farò ancora in qualsiasi altra circostanza. Ho accettato di scattare foto e posare sulla copertina del numero autunnale della rivista Lui, a patto che non fosse pubblicata alcuna immagine senza veli. Purtroppo, durante tutto lo shooting fotografico, sono stata messa aggressivamente sotto pressione, ho dovuto costantemente difendermi e ripetere la mia richiesta che non fossero scattate immagini senza veli, cercando di coprirmi il più possibile.

Nonostante ciò, gli accordi non sono stati rispettati e la foto in topless è apparsa in copertina. Per la modella si è trattata di una chiara violazione dei suoi diritti, tanto da farla sentire violentata, abusata e non rispettata come professionista e come donna. Ora ha intenzione di citare in giudizio il magazine e il fotografo David Bellemere: farà tutto il possibile perché non accada mai più la stessa cosa alle modelle come lei.