Si chiama Samantha Bullock, ha 41 anni, viene da Osorio-Rio Grande do Sul in Brasile e dal 1992 non cammina. Aveva 14 anni quando, giocando con la pistola del padre, le è finita una pallottola nella spina dorsale, cosa che non solo le ha danneggiato fegato e pancreas ma che l'ha anche resa paraplegica. Da quel momento in poi la sua vita è cambiata ma, nonostante la disabilità, non ha voluto rinunciare alle sue passioni. Nel 2007 ha vinto 2 medaglie d'argento nelle gare di tennis dei Para Pan Am Games, nel 2012 ha partecipato alla cerimonia di apertura dei Paralimpic Games e ora sogna di sfondare nella moda.

Non si tratta della sua prima esperienza nel fashion system, già nel 2007 aveva partecipato alla London Fashion Week con l'aiuto di Models of Diversity, ma oggi ha dato vita a un brand tutto suo dedicato alle donne che come lei hanno un handicap fisico. Con l'aiuto di alcuni stilisti emergenti ha creato capi pratici, comodi e inclusivi, perfetti per tutte quelle che vogliono prendersi cura del loro stile anche se costrette sulla carrozzella. “Se ci sono modelle disabili in passerella è importante anche che ci siano anche stilisti che pensino alla vita quotidiana di queste persone con difficoltà motorie”, ha spiegato la donna.

L'obiettivo è dare sempre più spazio alle persone disabili all'interno della moda, così che non si sentano più "diverse". Tutte quelle che non vedono l'ora di ammirare gli abiti della collezione saranno lieti di sapere che saranno disponibili a partire dal prossimo 15 giugno sul sito samanthabullock.com. Una parte dei ricavi della vendita verrà donato a Motivation, un’organizzazione benefica che fornisce sedie a rotelle alle persone con disabilità in ogni parte del mondo.