Il problema dei rifiuti, in particolare dell'uso eccessivo della plastica, è comune a tutti i Paesi del mondo. L'organizzazione ambientalista Greenpeace salvaguarda il pianeta combattendo da anni l'uso della plastica. Secondo il WWF Italia ogni anno circa 8 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica finiscono negli oceani e, se non saranno presi provvedimenti, entro il 2050 nei mari ci sarà più plastica che pesce. L’Europa è il secondo produttore di plastica al mondo dopo la Cina e riversa in mare ogni anno tra le 150 e le 500mila tonnellate di macroplastiche e tra le 70 e 130 mila tonnellate di microplastiche. Il cambiamento climatico è altrettanto preoccupante. Oggi gran parte della comunità scientifica indica la soglia di rischio in 1,5°C per l' aumento della temperatura globale, la prima conseguenza sarà lo scioglimento dei ghiacciai. A preoccuparsene sono proprio i più giovani come Greta Thunberg, l'attivista svedese diventata famosa per la sua lotta all'inquinamento globale. Riguardo lo Stato d'emergenza dell'Irlanda per il riscaldamento climatico Greta ha così commentato su Twitter: "E' una grande notizia per l'Irlanda! Chi sarà il prossimo?".

Salvare il pianeta è possibile, ma solo se ognuno di noi farà la sua parte

Ridurre l‘inquinamento del pianeta è possibile a partire dalla raccolta differenziata. Il numero di prodotti acquistati e gettati è sempre più in crescita, basta un gesto quotidiano per migliorare la situazione attuale ad esempio riciclando le numerose bottiglie di plastica che ogni giorno utilizziamo, non gettando rifiuti per strada ma negli appositi contenitori della differenziata, diffondendo messaggi positivi sull'utilizzo della differenziata. Ecco dieci motivi per cui è bene che ognuno di noi faccia la raccolta differenziata.

1. La raccolta differenziata dà benefici all'ambiente – Dividendo i rifiuti e riciclandoli si riduce l'inquinamento del suolo e l'effetto serra, ogni giorno è importante dividere i materiali per renderli riutilizzabili. A beneficiarne oltre all'ambiente è anche la nostra salute, con la raccolta differenziata si evitano discariche e inceneritori che per noi sono tossici.

2. A beneficiarne sarà anche l'economia – La raccolta differenziata ha un forte impatto sul mercato globale, si chiama economia circolare ossia il riutilizzo dei rifiuti che diventano nuovi prodotti da vendere, senza alcuno spreco di materiale. L'economia circolare risolleva le sorti del nostro Paese che spesso è rallentato nella produzione.

3. Di questo passo, non ci sarà più un pianeta per le prossime generazioni – Il consumo di plastica tende sempre più ad aumentare, se non ci sarà un cambiamento drastico il pianeta sarà inondato da rifiuti tossici. Le prossime generazioni non avranno più un ambiente ecologico dove vivere e l'aria sarà irrespirabile, bisogna prevenire ora che è ancora possibile porre rimedio.

4. Riciclando, si dà nuova vita agli oggetti – Riciclare per salvaguardare gli oceani è possibile, H&M nel 2017 ha usato il tessuto Bionic per una nuova collezione di capi di abbigliamento realizzati con il riciclo della plastica recuperata dagli oceani, da bottiglie, contenitori da asporto e sacchetti della spesa ritrovati in mare e Adidas ha creato le Ocean Plastic Trainerun modello di scarpe da ginnastica realizzate con un filamento derivato dalle plastiche riciclate dai rifiuti negli oceani.

5. La nostra salute migliorerà – La raccolta differenziata è un passo verso la salvaguardia della nostra salute, zero sprechi e zero inquinamento significa che l'ambiente sarà più pulito. Senza discariche ed inceneritori che inquinano l’acqua e la terra che finiscono per contaminare gli alimenti che noi stessi mangiamo.

6. Sarà ridotto il costo dei prodotti – Gran parte del costo di un bene è dovuto allo smaltimento della confezione. Se tutti facessimo la raccolta differenziata, i rifiuti da smaltire diminuirebbero e di conseguenza i brand pagherebbero meno e abbasserebbero i prezzi dei prodotti.

7. Per creare nuovi posti di lavoro – La green economy è un settore che negli ultimi anni contribuisce a creare molte posizioni lavorative. Più ricicliamo dunque, più necessitiamo di lavoratori. I materiali vanno raccolti, riciclati e trasformati in materie prime, la raccolta differenziata è una vera e propria industria che ha bisogno di molti esperti.

8. Per dare un esempio ai propri figli – Iniziare a riciclare da bambini è il primo passo per vivere in un mondo meno inquinato, trasmettere il valore della raccolta differenziata ai propri figli è importante per la loro educazione e sensibilità riguardo questa tematica, i bambini infatti emulano i gesti degli adulti e questi devono essere i primi a fare la differenziata. Le future generazioni sono quelle più a rischio per la salute.

9. Riciclare è gratis – A differenza di tante iniziative green, la raccolta differenziata è a costo zero basta rifornirsi di recipienti appositi e avere tanta buona volontà. Per i comuni più attenti alla differenziata c'è anche in palio il Premio Comuni Ricicloni di Legambiente.

10. L'unione fa la forza – Più persone che riciclano invitano altrettante a fare lo stesso mandando un forte messaggio anche alle istituzioni che spesso sono troppo lente nel prendere decisioni riguardanti l'ambiente. Solo unendo le nostre forze potremo sperare di porre rimedio a tutti i problemi ambientali che l'uomo ha causato in questi secoli.