E' partita la 96esima edizione di Pitti Immagine Uomo, uno degli eventi fashion più attesi dell'anno nel nostro paese, e in questo 2019 ha visto il ritorno a Firenze di Salvatore Ferragamo. La Maison nata nel capoluogo toscano è "tornata alle origini", presentando la collezione Primavera/Estate 2020 firmata da Paul Andrew in Piazza della Signoria. I modelli all'aperto sotto lo sguardo della statua di Nettuno, mettendo in mostra l'eleganza senza tempo della griffe.

Salvatore Ferragamo sfila sotto la statua del Nettuno

Ieri sera, in occasione della 96esima edizione di Pitti Immagine Uomo, Salvatore Ferragamo è tornato a sfilare a Firenze, presentando in Piazza della Signoria la collezione maschile per la Primavera/Estate 2020 firmata dal direttore creativo Paul Andrew. I modelli hanno sfilato ai piedi della Fontana del Nettuno, recentemente ristrutturata dalla Maison, dando prova del fatto che Firenze è capace di rivelare la vera energia nascosta dietro l'uomo Ferragamo. Tra parka, jeans a 5 tasche,pelle, dettagli in corda, uno dei simboli della casa di moda, giacche sartoriale interpretate in chiave sportiva, la griffe ha voluto fondere i codici del menswear tradizionale con uno stile più giovane e fresco. L'obiettivo era proprio quello di liberare l'armadio maschile da ogni tipo di regola troppo rigida, dando spazio a colori originali e naturali, lavorazioni innovative ed elementi casual, pur non rinunciando all'artigianato e ai pregiati materiali che da sempre hanno caratterizzato il brand fiorentino. A sottolineare tutto questo, il cast multigenerazionale che ha calcato la passerella, composto da icone del passato e volti celebri del mondo contemporaneo. Paul Andrew ha voluto così celebrare il passato glorioso della griffe per cui lavora, senza dimenticare di aggiungere il suo tocco originale e fresco.