Stanno per partire i saldi invernali 2020, il prossimo mese si darà il via al periodo dell'anno più atteso dalle fashion addicted, quello delle offerte di fine stagione, durante il quale si potranno trovare abiti e accessori a prezzi stracciati. Tutte quelle che non vedono l'ora di darsi allo shopping sfrenato, così da accaparrarsi finalmente i capi che avevano puntato fin dall'inizio della stagione, saranno liete di sapere che l'attesa è quasi finita, a partire dai primi giorni di gennaio praticamente in tutta Italia le vetrine dei negozi saranno invase dai prodotti in sconto. La data ufficiale in cui inizieranno le offerte è il 5 gennaio, anche se alcune regioni la anticiperanno al 2 gennaio, mentre termineranno tra il 15 febbraio e il 31 marzo a seconda delle scelte prese dai singoli comuni. Ecco il calendario ufficiale regione per regione e i consigli per fare acquisti nel modo giusto, evitando truffe e fregature.

Saldi invernali 2020 dal 2 gennaio: il calendario regione per regione

Abruzzo: dal 5 gennaio al 5 marzo 2020

Basilicata: dal 2 gennaio al 1 marzo 2020

Calabria: dal 4 gennaio al 3 marzo 2020

Campania: dal 4 gennaio al 3 marzo 2020

Emilia-Romagna: dal 5 gennaio al 5 marzo 2020

Friuli Venezia Giulia: dal 4 gennaio al 31 marzo 2020

Lazio: dal 4 gennaio al 15 febbraio 2020

Liguria: dal 4 gennaio al 17 febbraio 2020

Lombardia: dal 5 gennaio al 5 marzo 2020

Marche: dal 4 gennaio al 1 marzo 2020

Molise: dal 5 gennaio al 4 marzo 2020

Piemonte: dal 4 gennaio al 18 febbraio 2020

Puglia: dal 5 gennaio al 28 febbraio 2020

Sardegna: dal 4 gennaio al 4 marzo 2020

Sicilia: dal 2 gennaio 2020 e fine il 15 marzo 2020

Toscana: dal 5 gennaio al 15 marzo 2020

Trentino Alto-Adige: dal 4 gennaio al 15 febbraio 2020

Umbria: dal 5 gennaio al 4 marzo 2020

Veneto: dal 4 gennaio al 28 febbraio 2020

Valle d’Aosta: dal 2 gennaio al 31 marzo 2020

Saldi invernali 2020, 5 consigli per fare shopping

Fare shopping in periodo di saldi è l'ideale per chi vuole rifarsi l'armadio risparmiando ma, per evitare che i potenziali affari si trasformino in truffe, è necessario seguire una serie di consigli. La Confcommercio e l'Associazione dei consumatori Adoc promuovono un vero e proprio vademecum da seguire:

1. Conservare sempre lo scontrino – I capi in saldo si possono sempre cambiare, i commercianti hanno l'obbligo di dare questa possibilità ai clienti. Quando l'articolo è difettato o danneggiato, inoltre, può essere restituito entro due mesi dall'acquisto.

2. I prodotti in saldo devono essere gli avanzi di stagione – I prodotti messi in offerta non possono essere dei fondi di magazzino ma abiti e accessori della stagione che volge al termine. Sarebbe bene, dunque, diffidare dai negozi che ripropongono capi vecchi di anni o di collezioni molto precedenti.

3. Confrontare i prezzi – Quando si fa shopping in periodo di offerte è consigliabile non lasciarsi prendere dalla frenesia, così facendo il più delle volte ci si ritrova a "mangiarsi le mani" dopo aver visto quello stesso prodotto a un prezzo più basso in un negozio diverso. L'ideale è fare prima un giro per i diversi store, confrontare i prezzi e solo dopo decidere cosa acquistare.

4. Fare una lista dei desideri – Fare shopping è qualcosa che rende vulnerabili un po' tutti e spesso, sotto pressione dei commessi, si acquistano cose di cui non si ha realmente bisogno. Sarebbe bene, dunque, compilare una lista dei desideri prima di cominciare a fare spese, così facendo si eviterà di spendere soldi per qualcosa che già si possedeva.

5. Controllare il vecchio prezzo – I negozianti hanno l'obbligo di lasciare il prezzo iniziale del prodotto messo in saldo sul cartellino, sul quale deve essere indicato anche il prezzo finale e la percentuale di sconto applicata in modo chiaro e leggibile. La merce in offerta, inoltre, deve essere separata dalle nuove proposte, così da non trarre in inganno i clienti.

Le regole da seguire in periodo di saldi

Nei primi giorni di svendite non bisogna sorprendersi se i capi vengono offerti con sconti del 20 o al massimo del 30%, solo con il passare del tempo si arriverà a percentuali maggiori, pari anche al 70-80%. L'ideale è puntare su abiti e accessori evergreen, ovvero che non passano mai di moda come i cappotti monocromatici, i maglioni di cachemire, i jeans skinny o comunque tutti i capi basic, così da poterli sfruttare anche negli anni successivi. Sarebbe utile controllare anche le buone condizioni del prodotto scelto prima di acquistarlo, in maniera tale da evitare i cambi. Come ultima cosa, sarebbe meglio non fidarsi dei commercianti che impediscono la prova del capo, bisogna sempre dare al cliente la possibilità di misurare e di sostituire la merce comprata. A questo punto, dunque, non resta che sbizzarrirsi con lo shopping, certi del fatto che si avranno finalmente tra le proprie mani i capi tanto desiderati.