Siamo sempre stati abituati a pensare che la vita della Royal Family fosse estremamente desiderabile poiché legata a una serie di convenienti privilegi ma la verità è che anche per vivere da principi è necessario fare grossi sacrifici. La famiglia a capo dello stato britannico è costretta a seguire delle rigide regole imposte dall'etichetta anche quando i riflettori si spengono. Tra le mura di Buckingham Palace la regina vuole che si rispetti un preciso protocollo e per tutti quelli che non sono nati "col sangue blu" la cosa è estremamente difficile. Lo sanno bene Meghan Markle e Kate Middleton, le due borghesi diventate principesse dopo il matrimonio, che hanno dovuto abituarsi a una "nuova vita" da un giorno all'altro.

Il protocollo reale applicato a pranzo e a cena

Secondo il protocollo reale, è necessario seguire delle regole anche nei momenti conviviali come i banchetti, durante i quali, ad esempio, non ci si può sedere o cominciare a stuzzicare qualche pietanza prima di Elisabetta II. Bisogna inoltre finire di mangiare prima che la sovrana termini il suo piatto e non ci si può ribellare al menù scelto personalmente dalla sovrana. Secondo quanto rivelato dall'ex chef dei Royals Darren McGrady, che ha lavorato a Buckingham Palace per 15 anni, è sempre a lei che vengono proposte le varie alternative. Gli ingredienti che ha quasi messo al bando? L'aglio e le cipolle, che i cuochi reali possono usare solo con moderazione. Tra i piatti preferiti della regina, invece, ci sarebbero quelli tradizionali inglesi e francesi.

Il piano anti-avvelenamento

La Royal Family è tra le più in vista al mondo ed è inevitabile che nei confronti dei suoi membri si mettano in atto delle misure di sicurezza particolarmente rigide. Prima di un pasto è necessario accertarsi del fatto che il piatto che verrà portato a regine, re, principi e principesse non sia avvelenato. In che modo lo si stabilisce? Dopo aver preparato le varie pietanze, lo chef ne fa assaggiare una scelta a caso alla sovrana, così da costringere il potenziale malintenzionato ad avvelenare ogni singola portata. Insomma, attentare alla salute o alla vita di uno dei reali non è così semplice come si potrebbe credere, visto che il protocollo ha pensato davvero a tutto. Dall'altro lato, però, non potrebbe risultare un tantino stressante consumare un pasto in compagnia della famiglia con tutte queste regole?