Il seno è in assoluto la parte del corpo femminile più sensuale e più apprezzata dagli uomini. Quando una donna si sente in armonia col proprio aspetto fisico, è più sicura di se stessa ed appare anche più attraente agli occhi dell’altro sesso. Ecco quali possono essere le diverse forme del seno.

1. Rotondo – Il seno rotondo è quello perfetto, sodo e tonico in ogni sua parte. Non avrebbe bisogno di reggiseni imbottiti o di sostegni, anche senza indumenti intimi riesce ad essere meraviglioso.

2. In direzioni opposte – Può capitare che i propri capezzoli puntino verso due direzioni opposte e la cosa di solito non viene considerata esteticamente desiderabile. In casi come questi bisogna necessariamente utilizzare il reggiseno, così da dargli la forma ideale.

3. Laterale – Chi ha molto spazio libero tra i due seni solitamente rientra in questa categoria. Rispetto a chi li ha con i capezzoli rivolti verso l’esterno, sono un po’ più pieni anche se necessitano sempre di un reggiseno per raggiungere la forma ideale.

4. A goccia – I seni a goccia sono arrotondati ma poco sodi nella parte alta. Il risultato? Somigliano ad una vera e propria goccia. Basta però utilizzare della biancheria intima adeguata per “alzarli”.

5. Cadente – Il seno cadente tende ad essere leggermente allungato nella parte inferiore poiché non è stato tenuto in allenamento durante la giovinezza. In casi come questo, è d’obbligo indossare un push-up, così da riuscire a guadagnare anche qualche taglia.

6. Asimmetrico – Anche se può sembrare strano, la maggior parte delle donne hanno i seni asimmetrici nella forma o nelle dimensioni. A meno che le differenze non siano davvero evidenti, saranno praticamente impercettibili e potranno essere “mascherate” con una semplice imbottitura.

7. A campana – Il seno a campana è più abbondante di quello cadente, ma è ugualmente allungato nella parte inferiore. Da evitare assolutamente sono i reggiseni a balconcino poiché i seni “straborderebbero” da ogni lato, finendo per creare degli antiestetici difetti.