Rosie e Ruby Formosa sono due gemelline siamesi, vengono da Bexleyheath, nel sud-est di Londra, sono nate lo scorso 2012 e condividevano lo stesso intestino. Poco dopo la loro nascita, sono state sottoposte ad un intervento di 5 ore per la separazione presso il Great Ormond Street Hospital. Anche se tutti i medici gli davano pochissime speranze, le due piccole sono state forti e ce l’hanno fatta. Oggi, a quasi 3 anni dall’operazione, sono perfettamente sane e dimostrano di essere ancora inseparabili. Indossano gli stessi vestiti e nessuno immaginerebbe mai che la loro vita è stata in pericolo.

Angela Formosa, la loro mamma di 34 anni, ha raccontato che, nonostante le due bambine non siano più unite fisicamente, non riescono a stare lontane neppure per un momento. Ha infatti raccontato: “Ovunque si trovino, hanno bisogno di sapere dov’è l’altra. Anche a scuola sono circondate da tutti i loro amici, che le considerano davvero inseparabili”.  Si imitano e prendono esempio l’una dall’altra. La signora Formosa si trovava alla sedicesima settimana di gravidanza quando ha scoperto che le sue due gemelline erano congiunte. La donna, con il sostegno di suo marito Daniel, di 39 anni, non si è lasciata prendere dal panico, anche se si è preparata al peggio.

I medici le dicevano che solo il 5% dei gemelli siamesi riuscivano a sopravvivere e di conseguenza non ha voluto avere delle aspettative elevate, nonostante ci sperasse con tutto il cuore che le piccole riuscissero a sopravvivere. Non appena le bambine sono nate, l’ansia della famiglia Formosa è diminuita, anche se il momento peggiore doveva ancora arrivare, l’operazione per la separazione. Fortunatamente le due piccole ce l’hanno fatta e continuano a conservare quel legame indissolubile che ha caratterizzato i primi giorni della loro vita.