Topshop uno degli store di abbigliamento più famosi al mondo e, anche se è finito spesso al centro delle polemiche per aver usato dei manichini troppo magri che lanciavano un messaggio sbagliato alle nuove generazioni, propone prodotti alla moda richiesti in moltissimi paesi. Di recente ha deciso di prendere una decisione epocale per il mondo della moda che di sicuro darà il buon esempio a molti altri brand. All'interno dei negozi infatti verrà eliminata la divisione dei camerini a seconda del genere a cui si appartiene.

Topshop elimina la divisione dei camerini a seconda del genere.

Siamo sempre stati abituati a trovare dei camerini separati per uomini e per donne all'interno dei negozi ma Topshop ha deciso di sbarazzarsi di questa divisione per genere. L'obiettivo è quello di andare incontro ai transgender, così da rendere gli store più accoglienti per loro e da fargli evitare delle situazioni imbarazzanti. Anche se questo provvedimento è stato approvato a ottobre, è stato reso noto nel momento in cui sul web una cliente trans ha raccontato che le era stato negato l'accesso agli spogliatoi per donna solo perché era nata maschio. Un portavoce del negozio non ci ha pensato su due volte a chiarire la situazione e a difendere il nome dello store, affermando: "Tutti i clienti di Topshop sono liberi di utilizzare qualsiasi camerino situato all'interno dei nostri punti vendita". La speranza è che anche altri brand adottino la stessa politica, così da rivoluzionare radicalmente il mondo della moda e da non mettere più in pratica atteggiamenti discriminatori nei confronti dei transgender.