Mary Grams è una donna di 84 anni, viene da Alberta, in Canada, e 13 anni fa le è successo qualcosa di orribile: stava sradicando le erbacce nel suo giardino quando si è accorta di aver perso l'anello di fidanzamento che portava sempre all'anulare sinistro. Si trattava di un gioiello con dei diamanti incastonati ricevuto dal marito nel 1951, simbolo dell'amore che l'ha sempre legata a lui. E' stata a cercarlo per giorni ma non c'è stato nulla da fare, dell'anello non c'era alcuna traccia. Poco dopo, i due coniugi hanno cambiato casa, lasciando la fattoria in cui abitavano alla famiglia del figli.

La donna ha dunque creduto che non avrebbe mai più visto quel prezioso, addirittura ha tenuto la cosa nascosta all'uomo della sua vita, visto che aveva paura di poter essere mandata al diavolo. Di recente, però, è accaduto qualcosa di sensazionale: la nuora ha ritrovato l'anello mentre raccoglieva le carote in giardino. Aveva notato che l'ortaggio aveva una forma irregolare e, prima di darla in pasto al suo cane, ha fatto caso all'anello. La carota era cresciuta intorno al prezioso e ha fatto sì che non si disperdesse nel terreno.

A 13 anni di distanza, dunque, Mary ha potuto indossare ancora una volta quel gioiello che aveva tanto amato. "Mi sento sollevata e felice, non riesco ancora a crederci, in passato sono stata a cercarlo per giorni e giorni", ha spiegato la donna. Dopo averlo lavato con cura per eliminare i residui di sporco, lo ha infilato al dito ed è rimasta senza parole: le calzava ancora alla perfezione. La storia della donna ha dimostrato che non bisogna mai perdere le speranze: è possibile ritrovare gli oggetti che si credevano persi anche ad anni e anni di distanza.