Kylie e Kendall Jenner sono riuscite ancora una volta a trovare il modo di far parlare di loro. Mercoledì scorso hanno lanciato una linea di t-shirt con su dei disegni molto particolari: le loro foto venivano infatti sovrapposte a quelle di artisti che hanno fatto la storia della musica come Doors, Led Zeppelin, Metallica, Pink Floyd, Tupac Shakur e Notorious B.I.G. In moltissimi, però, non hanno apprezzato la loro scelta, soprattutto le mamme dei due rapper assassinati, che hanno subito fatto sentire la loro voce.

La prima è stata Voletta Wallace, la mamma di Notorious B.I.G., che ha dichiarato: "Questa è gente che si crede una celebrità ma che non sa fare nient’altro che non sia rubare e sfruttare l’eredità di chi invece ha creato cose meravigliose", definendo l'idea delle due ragazze ironica dal punto di vista morale, etica e artistica. Ancora più indignati sono stati i toni della mamma di Biggie, che su Instagram ha postato una foto delle magliette con su una gigantesca X rossa. Nella didascalia ha poi affermato: "Non ho capito: chi ha detto a Kylie e Kendall Jenner che avevano il diritto di fare questa cosa? La mancanza di rispetto… non hanno nemmeno contattato qualcuno di noi per parlarne. Non capisco perché pensino di poter sfruttare la morte di Tupac e di mio figlio Cristopher per vendere magliette. È disgustoso!"

Insomma, l'idea delle Jenner si è rivelata eccessiva e inopportuna, tanto da aver spinto innumerevoli star a intervenire attivamente per vietarne la vendita. A criticarle è stata anche Sharon Osbourne, la moglie di Ozzy, che su Twitter ha scritto: "Ragazzine, non avete il diritto di mettere le vostre facce sulle icone della musica. Occupatevi di quello che conoscete meglio… i lucidalabbra".

Dopo aver letto tutte le critiche ricevute, le due sorelle del reality si sono viste costrette a reagire, così da non alimentare ulteriori polemiche e chiudere definitivamente la questione. Hanno ritirato le magliette dal commercio il giorno dopo che erano state messe in vendita sul loro sito ufficiale e hanno pubblicato una breve lettera su Twitter:

Non abbiamo pensato molto prima di fare quelle magliette e ci scusiamo con chiunque si sia sentito offeso, soprattutto le famiglie degli artistiSiamo grandi fan della loro musica e non volevamo mancare di rispetto a nessuno. Le magliette sono state ritirate e tutte le immagini rimosse. Sfrutteremo quello che è successo per imparare dai nostri errori, ci dispiace.

A giudicare da quanto hanno dichiarato, la loro intenzione non era quella di sfruttare le iconiche immagini di star del mondo della musica per vendere, intendevano semplicemente lanciare dei capi di abbigliamento trendy. La prossima volta di sicuro ci penseranno su due volte prima di coinvolgere altri personaggi dello spettacolo nei loro progetti. Chissà se seguiranno il consiglio della Osbourne e torneranno a occuparsi solo di prodotti di make-up.