La 70esima edizione del Festival di Sanremo, in onda dal 4 all'8 febbraio su Rai 1, è molto variegata e, tra i suoi 24 big in gara, vede anche Rita Pavone, una "veterana" dell'Ariston, che dopo anni torna sull'ambito palco della nota kermesse canora nei panni della concorrente con il brano "Niente (Resilienza 74)". Sono passati decenni da quando ha debuttato nel mondo della musica e, nonostante sul viso siano comparse le rughe e i segni del tempo, non ha perso la grinta che l'ha sempre contraddistinta. La ricordate negli anni '60 quando ha cominciato a spopolare con la sua "Viva la pappa col pomodoro"? Ecco le foto che mostrano la sua trasformazione nel corso degli anni.

Rita Pavone da giovane: il successo negli anni '60

Rita Pavone ha sempre avuto la passione per la musica, fin da piccola amava esibirsi in pubblico, mettendo con orgoglio in mostra le sue doti canore. È però nel 1962 che c'è la svolta, vince il Festival degli sconosciuti ad Ariccia, il cui patron è il futuro marito Teddy Reno, e da allora le si aprono le porte dello spettacolo, dove spopola con brani come "La partita di pallone", "Alla mia età" o "Sul cucuzzolo". All'epoca era solo una ragazzina, non aveva neppure 20 anni ma aveva già grinta da vendere. Portava i capelli corti, aveva le lentiggini sul naso e vantava già la simpatia e l'energia che l'hanno sempre contraddistinta.

Il ritorno a Sanremo dopo 48 anni

Per decenni la carriera di Rita è andata avanti con più o meno successo e inevitabilmente il suo aspetto è cambiato. Il peso dell'età ha cominciato a farsi sentire, sono comparse le rughe sul viso, anche se ha continuato a osare con le acconciature originali, spaziando tra il rosso fuoco e il biondo platino. Nel 2006, durante la trasmissione di Capodanno "L'anno che verrà", aveva annunciato il suo ritiro. Nonostante ciò, negli anni successivi ha continuato a esibirsi anche se è questa 70esima edizione del Festival di Sanremo che rappresenta davvero il suo ritorno, visto che è di nuovo sul palco dell'Ariston dopo ben 48 anni.