Il riso nero è una varietà di riso integrale dai chicchi di colore scuro, ricco di sali minerali e fibre. La tradizione fa risalire le origini di questo riso di color ebano alla Cina, dove era considerato un alimento nobile e prelibato coltivato esclusivamente per l'imperatore, per questo veniva chiamato anche "riso proibito". Anche in Italia vengono coltivate alcune varietà di riso nero, la più famosa è il riso Venere ottenuto incrociando una varietà di riso nero asiatico con uno della Pianura Padana, il suo nome è un omaggio alla Dea dell'Amore in quanto, a questo particolare riso scuro, sono attribuite anche proprietà afrodisiache. Ma scopriamo quali sono i benefici che il riso nero apporta al nostro organismo e come cucinare al meglio questo super alimento ottimo per la nostra salute.

Principali varietà di riso nero

Ecco quali sono le principali varietà di riso nero che potete facilmente trovare in vendita:

  • Riso Venere: si tratta della varietà più nota di riso nero prodotto in Italia. Nasce dall'incrocio tra riso nero cinese e riso bianco della Pianura Padana, ed è coltivato principalmente in Piemonte, a Vercelli. Dall'incrocio tra il riso Venere e un riso "indaca" cioè dalla forma allungata, nasce il riso nero Artemide, coltivato principalmente nelle provincia di Novara.
  • Riso Nerone: un riso integrale tra i più coltivati in Italia, ha le stesse caratteristiche del riso Venere ma i suoi chicchi sono più grandi, paragonabili al riso utilizzato per la preparazione dei risotti.
  • Riso nero Thai: è un riso che viene coltivato al nord della Thailandia, ha dei chicchi molto neri e croccanti che con la cottura emanano un particolare profumo di nocciole.

Proprietà benefiche del riso nero

Il riso nero è una varietà di riso integrale con un contenuto maggiore di fibre, sali minerali e vitamine rispetto al riso raffinato. Il suo colore scuro denota la presenza di antiossidanti, in particolare gli antociani, che troviamo in grandi quantità anche nei mirtilli. Tra i sali minerali è alta la presenza di selenio, ferro, zinco e manganese che aiutano a prevenire invecchiamento e malattie mentre, tra le vitamine, abbonda di vitamina B1 e B2 e di vitamina PP (niacina). Inoltre non contiene glutine e ha pochi zuccheri, quindi è l'ideale per chi soffre di celiachia, diabete ma anche per anziani e bambini, soprattutto per la sua alta digeribilità. Il suo apporto calorico è di circa 377 calorie per 100 grammi di prodotto. Ma ecco tutte le proprietà del riso nero.

Svolge un'azione antiossidante e aiuta a prevenire l'infarto: gli antociani contenuti nel riso nero, e che gli conferiscono il suo colore scuro, sono dei potenti antiossidanti che aiutano a prevenire il cancro e l'infarto, oltre a combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi e quindi l'invecchiamento cellulare. Il basso contenuto di sodio, inoltre, lo rende adatto a chi soffre di ipertensione.

Adatto ai celiaci e a chi soffre di diabete: il riso nero non contiene glutine, è quindi indicato per chi soffre di celiachia, e apporta al nostro organismo la giusta quantità di proteine e carboidrati complessi che non alterano i livelli glicemici, ciò lo rende un alimento ideale per chi soffre di diabete.

Antinfiammatorio e combatte il colesterolo: il riso nero svolge anche un'azione antinfiammatoria: il consumo di questo cereale è stato infatti associato ad una diminuzione dei composti infiammatori. La presenza di antiossidanti, invece, aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL) con benefici per cuore e arterie.

Combatte la stitichezza e migliora la digestione: la fibra alimentare contenuta nel riso nero è utile per prevenire la stitichezza e aiuta a risolvere problemi legati alla cattiva digestione, grazie all'elevata digeribilità di questo cereale. La fibra alimentare, inoltre, aumenta il senso di sazietà, ciò lo rende un alimento ideale per chi vuole perdere peso.

Depura il fegato: consumare riso nero aiuta a depurare l'organismo e a purificare il fegato da residui tossici che potrebbero danneggiarlo.

Come consumare il riso nero e dove trovarlo

Il riso nero ha tempi di cottura più lunghi rispetto al riso bianco tradizionale, si va dai 40 ai 50 minuti in acqua bollente, oppure 25 minuti con la pentola a pressione: prima di cuocerlo sciacquatelo e scolatelo.

Il riso nero è ottimo se abbinato a verdure, crostacei, pesce ed è molto utilizzato per la preparazione di insalate e minestre. Se lo volete utilizzare per preparare un risotto, non dovete tostarlo ma, dopo la cottura, va saltato in padella con il condimento per 10 minuti. Il suo aroma intenso, durante la cottura, ricorda il profumo del pane appena sfornato.

Potete acquistare il riso nero nei negozi di prodotti biologici e in alcuni supermercati, oppure acquistarlo on line sui siti di prodotti alimentari.