La regina Elisabetta II è una donna leggendaria e non solo perché è la sovrana più longeva della storia della Gran Bretagna. Nonostante abbia raggiunto i 94 anni, continua a essere in splendida forma, tanto da essere considerata una vera e propria icona di stile a livello internazionale grazie ai suoi completi colorati e rock. A renderla iconica, però, è un altro dettaglio, ovvero la sua espressione sempre composta e sorridente. Difficilmente ha mostrato qualche emozione in pubblico, siamo infatti abituati a vederla in atteggiamenti eleganti e formali ogni volta che è apparsa a qualche evento ufficiale, ma la verità è che anche lei è una donna "normale" che a volte non può fare a meno di commuoversi. La cosa che in pochi ricordano è che in alcuni appuntamenti istituzionali si è lasciata andare ai sentimenti più spontanei, piangendo dinanzi ai riflettori.

Il suo viso è stato segnato dalle lacrime in diverse occasioni: dopo il disastro di Aberfan che provocò la morte di 109 bambini, quando ha onorato i soldati caduti in Afganistan e anche nel momento in cui la Prima Guerra Mondiale è stata dichiarata finita. I malpensanti hanno creduto che dietro quegli occhi lucidi non ci fosse sincerità, quanto piuttosto una precisa mossa politica costruita ad hoc. La cosa certa è che Elisabetta II non ha avuto paura nel mostrare il suo lato più umano in pubblico, andando contro le regole dell'etichetta che le impongono di rimanere sempre salda e impassibile. Chi in futuro prenderà il suo posto riuscirà a trattenere in modo tanto impeccabile le emozioni proprio come ha fatto la sovrana in oltre 60 anni di regno?