Oggi è un gran giorno per la regina Rania di Giordania: compie 50 anni e non potrebbe essere più soddisfatta della sua vita e dei suoi successi. È salita sul trono per caso ma, nonostante ciò, è riuscita a diventare il simbolo di una generazione di donne musulmane moderne che si battono con determinazione per affermare i loro diritti. È forte, emancipata, elegante, carismatica, bellissima, è stata capace di andare oltre il tradizionale ruolo di regina che la famiglia reale giordana le ha imposto dopo il matrimonio con Abdallah II. Oggi Rania è una figura di riferimento per le nuove generazioni, nonché un'icona di stile a livello internazionale, e, nonostante i 50 anni, continua a essere un simbolo di modernità.

Rania, regina di Giordania "per caso"

Rania è ormai conosciuta in ogni parte del mondo come la regina di Giordania ma la verità è che non era destinata al trono. È nata nel 1970 ad Al Kuwait da genitori palestinesi e, dopo essersi trasferita ad Amman e aver conseguitola laurea in Gestione di Impresa all’Università Americana del Cairo, aveva cominciato a lavorare per la Apple. La sua vita è cambiata quando all'inizio degli anni '90 ha incontrato il principe Abdallah a una festa. Quest'ultimo si innamorò follemente fin dal primo momento e, nonostante per Rania non fosse stato ugualmente un colpo di fulmine, i due si fidanzarono e nel giro di pochi mesi convolarono a nozze. . La corona, però, era destinata ad Hasan, il fratello di re Hussein, che a poche settimane dalla morte stravolse le regole costituzionali, ritenendo il figlio Abdallah più ideo per il trono. Rania all'epoca aveva solo 29 anni e divenne la regina più giovane del mondo.

Rania, una donna moderna che si batte per i diritti femminili

Nonostante la giovane età, Rania ha dimostrato di essere una regina perfetta fin dai primi anni sul trono. Si è ritrovata a capo di un paese in cui domina ancora un'idea patriarcale di famiglia ma, piuttosto che accettare le innumerevoli contraddizioni in silenzio, ha deciso di ribellarsi, battendosi con determinazione per far valere i diritti delle donne musulmane. È stata più volte definita un simbolo di modernità, non a caso nel 2006 il Time l'ha inserita tra le 100 donne più influenti del mondo, e grazie alla sua immagine fresca, glamour e alla moda è diventata un modello e un punto di riferimento per le giovani giordane.

La regina di Giordania è icona di stile

Rania è una donna moderna, una donna che si batte per i diritti femminili, che fa il possibile perché le nuove generazioni capiscano che è arrivato il momento di evolversi. Ha dimostrato tutto questo anche con il suo stile alla moda, con la sua voglia di seguire i trend più gettonati, di mettere in mostra il suo senso del gusto, senza però mai andare oltre i limiti imposti dall'etichetta del suo paese. Vanta un'eleganza innata che le permette di essere chic in ogni occasione, anche con i look più sobri, e giorno dopo giorno dà sempre prova del fatto che una donna può essere femminile e sensuale anche senza osare in modo eccessivo. Tra abiti di Alta Moda, accessori griffati e abbinamenti glamour, la regina Rania è diventata un'indiscussa icona di stile a livello internazionale.