La moda italiana continua a crescere nonostante la pandemia di coronavirus che ha cambiato bruscamente le nostre abitudini di consumo. Lo conferma la nuova classifica di Kantar BrandZ TM sui "Most Valuable Italian Brands", che ogni anno esamina i 30 brand italiani che valgono di più. Il mercato del lusso domina la classifica: in prima posizione infatti c'è Gucci, il brand nato a Firenze che quest'anno compie 100 anni. Nella top ten sono presenti ben tre marchi di moda: Gucci (del gruppo Kering) Prada e Fendi. La dimostrazione che l'Italia è apprezzata nel mondo per la sua attitudine alla bellezza e al gusto raffinato.

Gucci è il marchio italiano che vale di più

Kantar è una società di consulenze specializzata in data management e analisi di mercato. Ogni anno misura la crescita del valore dei brand italiani nel mondo, selezionando le trenta aziende più di successo. Nella top ten del 2021 c'è spazio ovviamente per il settore alimentare (Ferrero e Nutella) per i motori (Ferrari) e per la moda. Complessivamente, secondo Kantar, nell’ultimo anno i brand italiani sono cresciuti dell’11%, raggiungendo quota 114,6 miliardi di dollari. Il marchio italiano con maggior valore economico è Gucci: 33,8 miliardi di dollari. La griffe del gruppo Kering negli anni ha saputo creare un forte senso di riconoscibilità e uno stretto legame con la sua comunità di appartenenza. Il merito è della visione creativa di Alessandro Michele ma anche di una forte strategia sul digitale. Bisogna anche considerare che Gucci è molto presente nel mercato asiatico, il primo a uscire dalla crisi e ripartire dopo la pandemia.

Fendi
in foto: Fendi

Fendi entra nella top ten

Segue Prada, al sesto posto posto con 3,974 miliardi di dollari. Nella top ten è entrata anche Fendi: l'accelerazione delle strategia di marketing digitale ha permesso alla Maison romana di continuare a crescere durante la pandemia, con un salto del +48%. Nella classifica stilata da Kantar c'è anche Bottega Veneta, sempre del gruppo Kering, che registra una crescita record: +54%. "In quello che è stato un anno turbolento, i brand hanno offerto una certa stabilità, affidabilità e continuità, che i consumatori hanno apprezzato – ha commentato Federico Capeci, dell'Insights Division di Kering – È durante i periodi più difficili che la forza del brand mostra il suo impatto, poiché i brand che riescono ad essere significativi, diversi e salienti per il loro pubblico sono altamente premiati".

Bottega Veneta
in foto: Bottega Veneta