Il forno a microonde è diventato ormai un elettrodomestico indispensabile, adatto alla cottura veloce e ideale per riscaldare i cibi in poco tempo e in modo uniforme, è importante però sapere quali contenitori possono andare nel forno a microonde e quali invece non possono essere assolutamente inseriti, perché potrebbero causare danni e rovinare il forno. Scopriamo quali sono recipienti e materiali da utilizzare o non utilizzare nel microonde: semplici indicazioni e regole per utilizzare al meglio il vostro elettrodomestico senza rischi.

Come capire se un contenitore è adatto per la cottura al microonde?

Per la cottura nel forno a microonde è necessario utilizzare materiali che risultino trasparenti alle onde. Prima di vedere nello specifico quali sono quelli da utilizzare, vi spieghiamo come eseguire un semplice test: inserite nel forno un bicchiere con acqua e riscaldatelo alla massima potenza per 1 minuto. Se il bicchiere sarà freddo o solo tiepido, e l'acqua sarà riscaldata, allora il contenitore è adatto a questo tipo di elettrodomestico. Quando acquistate contenitori da utilizzare per il microonde, comunque, controllate sempre che sulla confezione sia riportata l'apposita dicitura, oppure assicuratevi di trovare il seguente simbolo: tre onde stilizzate sovrapposte le une alle altre. Se acquistate cibi precotti, invece, li troverete solitamente in recipienti adatti all'uso.

Recipienti adatti per la cottura nel forno a microonde: dal vetro alla terracotta

Tra i materiali più adatti per la cottura nel forno al microonde troviamo il vetro, ideale soprattutto il pyrex, un particolare tipo di vetro che non contiene piombo. Il vetro permette inoltre, grazie alla sua trasparenza, la visione del cibo durante la cottura. Da non inserire, invece, bicchieri o coppe di cristallo al piombo. Si può utilizzare anche la plastica, sia contenitori che pellicola, purché si tratti di un tipo specifico che riporti la dicitura "resistente al calore, ad almeno 140°": se utilizzate la pellicola, questa non dovrà toccare direttamente il cibo, e dovrete forarla, per permettere al vapore che si formerà in cottura, di fuoriuscire. Non è adatta invece la plastica che contiene PVC, come i vasetti dello yogurt, perché potrebbe deformarsi e sciogliesi, rilasciando sostanze tossiche sui cibi. Per capire se una plastica è idonea dovrà riportare sulla confezione il simbolo con le tre onde stilizzate. I contenitori di plastica e silicone sono anche molto pratici ed economici.

Altro materiale molto adato al forno a microonde è la porcellana, tranne quella con decorazioni in metallo: ad esempio quelle con le bordature dorate. Inoltre è possibile utilizzare piatti e contenitori di carta e cartone, anche se sono indicati solo per scaldare brevemente i cibi: se sottoposti per troppo tempo all'azione delle microonde, potrebbero incendiarsi. Per questo esistono recipienti di carta e cartone appositi per il forno a microonde. Adatti al microonde anche creta e terracotta, purché siano smaltati a vetro e che non abbiano crepe. Se il fondo non è smaltato potrebbero rompersi durante la cottura. Per coprire i recipienti è possibile poi utilizzare piatti di porcellana e coperchi in vetroceramica: se coprite gli alimenti da cuocere o da riscaldare, si ridurrà il tempo di cottura, in quanto il vapore sarà trattenuto e i cibi si cuoceranno o scalderanno in fretta.

Quali materiali non usare mai nel forno a microonde?

Ci sono alcuni materiali che non si possono utilizzare nel forno a microonde, una lista di materiali "vietati", perché potrebbero surriscaldasi, deformarsi o rilasciare sostanze nocive che si trasmetterebbero ai cibi. Tra i contenitori da non utilizzare mai nel microonde ci sono le teglie e le vaschette in metallo, la carta stagnola e l'alluminio, ma anche leghe come ghisa e rame. Si tratta infatti di materiali che potrebbero provocare scintille all'interno del forno: i metalli, infatti, riflettono le onde elettromagnetiche. Tra questi troviamo quindi anche le stoviglie di metallo che si utilizzano solitamente per cucinare, come pentole o piatti in acciaio inossidabile. Fa eccezione solo un contenitore metallico, e cioè i piatti crisp che di solito vengono forniti in dotazione con il forno a microonde. Sono poi vietati i contenitori in cristallo, in quanto si tratta di un materiale che contiene piombo, e i contenitori con decorazioni in metallo. Legno e vimini, si possono utilizzare per brevi cotture e non devono incrinarsi.