Rachel Beaufoy è una donna di 33 anni e lo scorso settembre è diventata protagonista di un incubo. Era da mesi che aspettava il suo grande giorno, il matrimonio con il fidanzato Paul, ma nel bel mezzo della cerimonia le è capitato un imprevisto davvero terribile. I due erano fidanzata da 15 anni e avevano cominciato a pianificare le nozze nel 2015, per la precisione dopo la nascita del secondo figlio Jack. Avevano scelto una location da urlo, il Sandy Cove Hotel nel Devon, costruito su una scogliera a picco sul mare, ma purtroppo i festeggiamenti non sono andati come si aspettavano.

La coppia aveva pronunciato i voti, fatto il primo ballo ed era pronta per scatenarsi per tutta la notte ma alcuni familiari e amici hanno pensato di celebrare il lieto evento accendendo delle stelle filanti. All'improvviso la mamma della festeggiata ha cominciato a sentire una puzza di bruciato e, dopo essersi voltata verso la figlia, ha capito che era il suo abito bianco che stava andando a fuoco poiché era stato colpito da una scintilla.

"Ho iniziato a urlare, sono stata presa dal panico, cominciavano a bruciarmi le gambe. Avevo la mia bambina tra le braccia e non sapevo cosa fare. Avevo un abito con un corsetto, non sarei mai stata capace di toglierlo prima che le fiamme mi ustionassero", ha spiegato Rachel. E' stato un caro amico della sposa a risolvere la situazione, versando la sua pinta di birra sul tessuto che si stava bruciando. Nonostante il vestito fosse rovinato, la donna si è concessa un ultimo ballo, lieta del fatto che tutto si fosse risolto per il meglio. Di certo non sarà mai capace di dimenticare il giorno più importante della sua vita.