Priyanka Yoshikawa ha 22 anni, è nata a Tokyo da madre giapponese e padre indiano ma ha vissuto per molti anni in India e negli Stati Uniti. Nonostante sia di razza mista, una cosiddetta "haanfu", è stata incoronata Miss in Giappone e rappresenterà lo stato nipponico alla prossima edizione di Miss Mondo. E' la seconda volta che capita una cosa simile, già nel 2015 aveva fatto discutere la vittoria di Ariana Minamoto, diventata la prima reginetta di bellezza giapponese di colore.

"Prima della vittoria di Ariana a noi ragazze per metà giapponesi dicevano che non potevamo rappresentare il Giappone, in passato non avrei potuto partecipare. Lei mi ha dato coraggio, mi ha mostrato che potevo provarci, e io voglio fare come lei e dare l'esempio", ha dichiarato la Yoshikawa, consapevole del fatto che sono proprio le sue origini indiane a rendere il suo aspetto tanto splendido e particolare. Anche se, all'apparenza, non c'è nulla di male in una cosa simile, sono moltissimi coloro che hanno criticato la neo-miss, affermando che una reginetta di bellezza dovrebbe essere di razza "pura", così da rappresentare nel modo migliore il Giappone.

Priyanka, però, non si è lasciata travolgere dalle polemiche, si sente giapponese e parla in modo fluente la lingua del suo paese e l'inglese. I suoi obiettivi per il futuro? Fare qualcosa Di materiale per rompere finalmente le barriere culturali e i pregiudizi razziali. A questo punto, non resta che aspettare il prossimo dicembre, quando si terrà a Washington il concorso di Miss Mondo. Chissà, potrebbe essere proprio lei la vincitrice.