Primark aprirà in Italia otto nuovi negozi entro la fine del 2022. Il marchio di abbigliamento low cost irlandese è estremamente popolare, specialmente tra i più giovani: con pochi euro si possono acquistare capi che seguono le ultime tendenze, con novità sempre disponibili. Oltre alle consuete collezioni donna, uomo e bambino, Primark vende anche prodotti di bellezza e articoli per la casa. Nei nuovi punti vendita saranno presenti anche le nuove linee realizzate interamente con materiali sostenibili e riciclati. La catena ha già sei negozi in Italia, e quindi raggiungerà un totale di 14 punti vendita: le nuove aperture creeranno oltre 2mila nuovi posti di lavoro, per un totale di circa 3.600 dipendenti Primark.

Dove e quando apriranno i nuovi negozi Primark

Primark è presente in Italia dal 2016: i primi punti vendita aprirono all'interno di centri commerciali a Milano e Brescia, seguiti dai negozi di Firenze, Verona e Roma. La prossima inaugurazione prevista in calendario è all'interno del centro commerciale di Roma Est, nell'estate del 2021. Il secondo sarà all'interno dello shopping center Centro Sicilia di Misterbianco, a Catania, il terzo nel centro commerciale Megalò di Chieti, Abruzzo: per entrambi l'inaugurazione è prevista entro la fine del 2021. Il prossimo anno invece sarà la volta del punto vendita Primark del centro commerciale Shopville Le Gru di Grugliasco, in provincia di Torino, Piemonte. Sempre nel 2022 apriranno gli store in provincia di Bologna (nel centro commerciale di Casaleggio di Reno), Caserta (centro commerciale di Marcianise) e Venezia (centro commerciale Nave De Vero Marghera). Infine, nel 2022 aprirà un punto vendita nel cuore di Milano, precisamente in via Torino, che ospiterà anche la sede italiana di Primark.

Il successo di Primark e le polemiche per le aperture

Primark fa parte della Associated British Foods e opera già da anni in Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda (con marchio Penneys), Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti e Slovenia. Il brand piace moltissimo per la sua vasta gamma di prodotti: si entra e si trova di tutto, dal rossetto ai cuscini, dalle t-shirt agli stivali. E tutto a prezzi più che accessibili che fanno una concorrenza spietata ad altre catene. Il brand però ha una politica particolare: non vende online e non fa sconti per i saldi di fine stagione. Lo scorso novembre, l'inaugurazione di un nuovo punto vendita al centro commerciale Maximo a Roma ha fatto montare le polemiche: nonostante la pandemia globale e i contagi in piena risalita le persone non ci hanno pensato due volte ad accalcarsi all'ingresso, creando metri di code e premendo per entrare. Scene del resto prevedibili, visto il successo del marchio, ma da evitare ad ogni costo nelle future inaugurazioni.