Khoudia Diop è una ragazza di 19 anni, è originaria del Cameron ma vive a New York e, nonostante sia una modella dalla bellezza incredibile, è stata spesso bullizzata e presa in giro. Il motivo? Secondo molti, avrebbe la pelle "troppo nera". E' da due anni che ha cominciato a lavorare nel fashion system e, una volta raggiunta una certa celebrità sui social, i commenti razzisti ricevuti dagli utenti sono stati terribili.

Alcuni l'hanno chiamata "negra", altri "figlia della notte", e all'inizio per lei non è stato semplice affrontare offese e giudizi simili. Alla fine, però, è stata capace di prendersi la sua rivincita, mostrando a tutti di avere carattere e personalità. Kloudia ha imparato ad amare se stessa e a volersi bene, tanto che oggi si definisce la "dea della melanina". "Sono stata presa in giro spesso per il colore della mia pelle. Quando sono cresciuta, ho capito che non dovevo prestare attenzione alle persone negative", ha spiegato Kloudia, orgogliosa delle sue origini e del suo aspetto.

Il suo obiettivo ora è diventare un punto di riferimento per le ragazze di colore che, come lei, vengono prese di mira a causa della loro pelle: quello che vuole far capire è che la bellezza interiore non è né bianca, né nera, è universale. Adeguarsi ai canoni di bellezza imposti dalla società è dunque assolutamente sbagliato, ogni donna è splendida così com'è con le sue particolarità e i suoi dettagli fisici che la rendono unica. Lei ha reso il colore della pelle il suo punto di forza ed è proprio in questo modo che ha realizzato il sogno di diventare modella.