Amate preparare dolci e allietare gli amici e i parenti con le vostre prelibatezze? La cosa è incredibilmente benefica per la loro salute mentale e a dirlo sono gli psicologi di tutto il mondo. Che si tratti di un'occasione speciale, di una festività o semplicemente di voglia di dolce non importa, quando si impastano i biscotti e si creano delle torte con le proprie mani si dà vita a una forma produttiva di comunicazione e di espressione di sé.

"Esistono tantissime pubblicazioni che parlano della connessione tra espressione creativa e benessere generale. Che sia la pittura, la musica (o i dolci) c'è una diminuzione dello stress derivante dall'avere uno sfogo e un modo per esprimersi", ha spiegato la professoressa associata di psicologia e neuroscienza alla Boston University. Quando i dolci vengono cucinati per sé si riesce ad alleviare la tensione poiché non si spreca il proprio tempo a rimuginare sui pensieri tristi, mentre, quando viene fatto per gli altri, si esprimono i propri sentimenti e il proprio affetto con un gesto semplicissimo che di sicuro verrà apprezzato e riconosciuto.

E' come se fosse un atto di generosità che accresce il senso di benessere provato dall'altro. Insomma, la terapia culinaria è dunque un toccasana per la lotta contro lo stress e per il raggiungimento della felicità. A questo punto, non resta che darsi da fare in cucina: chi vuole mostrare il proprio amore a una persona cara farebbe bene a impastare dei biscotti, un muffin o una torta con le sue mani. Quel senso di dolcezza li pervaderà per giorni.