Miuccia Prada celebra le donne portando in passerella la loro forza. Gli abiti della collezione Primavera/Estate 2014 come sempre non sono semplici capi da indossare, la stilista veicola un messaggio attraverso ciò che sa fare meglio, i vestiti. Sui modelli primaverili saltano all'occhio prepotenti i volti colorati delle donne, i disegni stampati sui tessuti decorano anche le pareti della location dello show. Miuccia Prada racconta di aver chiesto ad alcuni giovani artisti di decoare le pareti e di essersi innamorata a tal punto dei murales tanto da averli voluti imprimere sulle sue creazioni.

Con questa collezione la maison celebra la grande forza delle donne. In un momento in cui i casi di femminicidio si moltiplicano, la designer sceglie di portare alla ribalta una questione importante. Il suo non è un messaggio politico è soltanto un inno, un elogio a quelle donne che hanno il coraggio di rompere le barriere e difendere il proprio ruolo. L'abito diventa dunque il mezzo attraverso cui distruggere i limiti, diventa un atteggiamento mentale. In passerella il reggiseno, simbolo della femminilità, diviene protagonista, in alcuni casi è ricoperto di cristalli ed indossato sul cappotto, in altri "dipinto" attraverso un sapiete gioco di accostamenti cromatici con un effetto trompe l'oeil su top e tubini. La rottura degli schemi prosegue con le pellicce multicolor per la primavera, con i calzettoni sportivi indossati sotto gli abiti da sera, con accostamenti impensabili di tessuti e capi sportivi, di stampe e colori che mai avremmo pensato di vedere insieme.