Shay Sharpe è una donna di 40 anni, viene da Baltimora, nel Maryland, e la sua storia è assurda. Quando aveva solo 20 anni le è stato diagnosticato per la prima volta un cancro al seno al terzo stadio e la notizia l'ha lasciata letteralmente sconvolta. Non si aspettava, infatti, che la malattia potesse colpire una donna così giovane. Dopo essersi sottoposta a una serie di cure, era riuscita a sconfiggerla. A 36 anni, però, la malattia è tornata e, per evitare mettere a rischio la sua vita, ha deciso di sottoporsi a una doppia mastectomia.

L'intervento è stato particolarmente invasivo e ha cambiato radicalmente il suo corpo ma, nonostante ciò, Shay ha voluto mettere in mostra le cicatrici, posando in topless per un servizio fotografico. Il suo obiettivo è celebrare la bellezza naturale di una donna e trasmettere forza alle giovani donne che stanno combattendo contro una malattia simile. "Mi sento a mio agio a esporre le cicatrici. Diventare modella per un giorno mi ha aiutato ad accettarmi dopo l'intervento chirurgico, mi sento ancora seducente e bella anche senza il seno", ha spiegato la donna.

All'inizio non è stato semplice "abbracciare" la sua femminilità ma oggi riesce a urlare a gran voce che non sono i seni a definirla. La speranza è che la sua storia possa sensibilizzare le rappresentanti del sesso femminile a essere più consapevoli di una malattia grave come il tumore. Anche se solitamente le mammografie si effettuano dopo i 40 anni, è necessario tenere sotto controllo il proprio stato di salute anche prima: il cancro può comparire anche da giovanissime come è capitato a lei e solo grazie alla prevenzione è possibile curarlo in tempo.