Il corpo umano è una macchina perfetta e, nel momento in cui comincia a non funzionare in modo ottimale, lancia dei piccoli segnali che indicano che c'è qualcosa che non va. Dettagli che all'apparenza potrebbero sembrare inconsistenti o semplici inestetismi potrebbero nascondere dei problemi seri e, se notati in tempo, riescono a ridurre il rischio di andare incontro a malattie gravi. Anche i lobi delle orecchie, ad esempio, potrebbero dare delle indicazioni ben precise sul proprio stato di salute.

Secondo uno studio pubblicato sull'American Journal of Medicine, avere una piega sul lobo dell'orecchio potrebbe significare che si hanno maggiori possibilità di andare incontro a un ictus, noto anche come attacco ischemico transitorio. Sono state tenute sotto controllo 241 persone che avevano sofferto di questa patologia e più di tre quarti di loro aveva notato la presenza di questo segno sull'orecchio poco prima dell'attacco.

Il motivo per cui avverrebbe una cosa simile sarebbe molto semplice: sarebbe una conseguenza dell'intasamento che si viene a creare nelle arterie che porterebbe a una scarsa disponibilità di sangue anche nella zona dei lobi. Questi ultimi perderebbero così elasticità, dando vita a una crepa visibile. I ricercatori israeliani ritengono che i risultati raggiunti con questa ricerca potrebbero rivelarsi rivoluzionari, anche se molti credono che sia una cosa assurda e che quei segni sui lobi comincino a formarsi solo con l'avanzare dell'età. Gli studi futuri si propongono di scoprire se un sintomo simile deve essere considerato preoccupante oppure se è solo un inestetismo che compare con l'invecchiamento.