Lewis e Logan Donnelly sono due gemellini di Bellshill, nel North Lanarkshire, e sono nati prematuri alla 25esima settimana di gravidanza nel febbraio del 2015. All’inizio, le loro condizioni di salute erano davvero preoccupanti, insieme pesavano poco più di 3 chili e la loro pelle era così trasparente che si potevano intravedere anche i muscoli e le vene.

Incredibilmente, però, dopo essere stati sottoposti a una serie di interventi chirurgici che hanno permesso ai loro organi di funzionare alla perfezione, hanno recuperato in poco più di 4 mesi e sono riusciti ad andare a casa con i loro genitori. “Sono i piccoli del miracolo. Li abbiamo fatti battezzare la notte in cui sono nati perché non credevamo che ce l’avrebbero fatta”, ha raccontato la mamma Lynn, facendo riferimento ai momenti terribili che ha vissuto dopo il parto. Nei primi giorni di vita, i medici hanno tentato il tutto e per tutto mettendo i piccoli nei fogli di plastica con le bolle, proprio come se fossero degli hot dog, così che conservassero meglio il calore del loro corpo.

La donna aveva scoperto di essere affetta dalla sindrome dell’ovaio policistico quando aveva solo 15 anni e da allora ha sempre saputo che sarebbe stato difficile concepire un bambino ma, dopo innumerevoli tentativi con il marito Tony, è riuscita a realizzare il suo più grande sogno: costruirsi una famiglia. Oggi, è più felice che mai, è lieta di poter finalmente tenere i bimbi tra le braccia in casa sua e di poterli veder crescere. La storia di Lewis e Logan verrà ricordata da tutti come un vero e proprio miracolo.