L'estate è alle porte e non vuoi arrivare impreparata in spiaggia? I ritmi frenetici della vita trascorsa tra casa e ufficio spesso rendono difficile preparare la pelle alle vacanze con il risultato di un incarnato pallido anche in riva al mare. Cosa fare per evitare di arrivare pallide in vacanza? Quest'anno punta sugli autoabbronzanti: prodotti che ti permettono di dare un colorito uniforme alla pelle e di non arrivare impreparata nei primi giorni di vacanza. Ecco tutti i segreti per applicarlo al meglio e i prodotti da provare per l'estate 2018.

A cosa serve l'autoabbronzante

Negli ultimi anni i prodotti autoabbronzanti sono stati protagonisti di un vero e proprio boom: se fino a qualche anno fa erano sinonimo di pelle arancione e di colorito poco uniforme i nuovi abbronzanti sono facili da applicare, si asciugano subito e permettono di ottenere un colorito sano e uniforme in pochissime ore, garantendoti così un'abbronzatura leggera e senza segni del costume, per farti arrivare in spiaggia evitando un pallore eccessivo. È quindi il prodotto ideale per dare un leggero colorito dorato alla pelle e non arrivare impreparate in spiaggia: se da un lato l'autoabbronzante rende la tua pelle meno chiara, dall'altro non protegge dall'azione dei raggi solari, per tanto è sempre necessario applicare una crema solare con protezione per evitare scottature.

Come applicare l'autoabbronzante

Gli autoabbronzanti di oggi sono facilissimi da applicare e il rischio di diventare arancione come succedeva in passato è davvero basso. Per ottenere un colorito uniforme però, è bene seguire alcune semplici regole. Prima di applicare l'autoabbronzante, effettua uno scrub corpo, in modo da eliminare le cellule morte e rendere la pelle più levigata e vellutata. Il secondo fattore fondamentale per applicare l'autoabbronzante nel modo corretto è idratare bene la pelle prima di procedere con l'applicazione del prodotto autoabbronzante: applica una crema nutriente avendo cura di spalmarla bene facendola assorbire in modo omogeneo. L'autoabbronzante infatti tende a depositarsi maggiormente nelle zone più secche, per tanto se la pelle non è correttamente idratata il rischio è quello di creare un effetto non uniforme. Non applicare però l'autoabbronzante subito dopo aver applicato la crema idratante: lascia al prodotto nutriente il tempo di penetrare nella pelle in modo che la pelle sia completamente asciutta. Il momento migliore per applicare l'autoabbronzante è la sera, in modo che abbia il tempo di agire; assicurati di applicarlo con cura, senza tralasciare le zone più difficili da raggiungere: lo spazio tra le dita, l'incavo tra gomito e ginocchio, e l'attaccatura dei capelli. L'effetto dell'autoabbronzante dura generalmente dai 7 ai 10 giorni: per mantenere l'abbronzatura puoi ripetere l'applicazione dopo aver effettuato uno scrub delicato.

I prodotti da provare

Quali sono le novità da provare per l'estate 2018? Biopoint Solaire propone Elisir di Sole Autoabbronzante viso idratante e illuminante: un siero dedicato alla pelle del viso che regala  all'incarnato un colorito naturale e luminoso, per un effetto di pelle baciata dal sole. L'Autoabbronzante di Avon CARE SUN+ è una mousse autoabbronzante che si asciuga velocemente senza lasciare traccia. In formato spray, è facilissimo da applicare anche nelle zone più difficile ed è ultra idratante per ottenere una pelle morbidissima. Se il tuo punto debole sono le gambe, prova Pocket Sun Legs di Cosmetics Milano: a contatto con la pelle, reagisce in poche ore donando un colorito omogeneo. Scopri nella gallery tutti gli autoabbronzanti da provare per una tintarella omogenea!