Hannah Campbell aveva solamente 23 anni quando è diventata un'eroina militare: era in Iraq quando, durante un'operazione militare, è stata coinvolta nell'esplosione di una bomba, rischiando la vita. Durante l'esplosione infatti, Hannah stava bruciando viva, ma i suoi colleghi l'hanno aiutata a salvarsi.

I problemi derivati da tale esplosione sono stati tantissimi e piuttosto invasivi: una volta rientrata con urgenza in Inghilterra per farsi curare Hannah scopre che oltre alle ferite causate dalle bruciature, ha una mano e una gamba in condizioni disastrate, oltre che schegge sparse per tutto il corpo, anche sul viso. Inizia il calvario della giovane soldatessa, che ha dovuto subire diverse operazioni per tentare di salvare la gamba. Tra i momenti più difficili c'è stato senza dubbio il ritorno a casa, quando Hannah non riusciva a essere indipendente e nemmeno a prendersi cura della piccola Milly, la figlia di due anni. Nonostante i trattamenti medici la gamba continuava a provocarle dolore e non riusciva a deambulare in modo corretto e i medici hanno suggerito l'amputazione. Non è stata una scelta facile ma per Hannah significava un nuovo inizio.

Prima dell'amputazione infatti, Hannah non si riconosceva più, non era più la donna vivace e attiva di prima, e aveva trovato rifugio solamente nel cibo, aumentando così anche di peso. Dopo l'amputazione invece, la giovane donna ha ritrovato la forza per combattere e soprattutto per prendersi cura di sé stessa: con una parte del denaro ricevuto dopo l'incidente ha deciso di effettuare un intervento di bypass gastrico, tornando così ad avere la forma perfetta. Inoltre, grazie a delle iniezioni di botox, ha ottenuto nuovamente il suo meraviglioso sguardo, rovinato dalle schegge che l'avevano colpita durante l'esplosione. Nonostante i medici le avessero detto che non avrebbe più potuto avere figli, nel Marzo del 2014 è nata Lexi-River, dal matrimonio con il secondo marito Anthony.