Petra van Kalmthout è una donna belga e tre anni fa la sua vita è cambiata in modo radicale. Era appena tornata da una vacanza in barca a vela quando ha organizzato una festa a casa per rivedere gli amici ma nel corso della serata ha notato qualcosa di strano, l'occhio le faceva così male da essere stata costretta a togliere le lenti a contatto e indossare gli occhiali. Il giorno dopo, però, l'occhio era ancora più rosso e dolorante e tutti i medici professionisti a cui si è rivolta le hanno consigliato creme e colliri appositi.

La situazione, però, non è migliorata, anzi con il passare del tempo il dolore è diventato insopportabile e faceva fatica a vedere bene. Dopo essersi sottoposta ad altre visite, ha scoperto la diagnosi: aveva un parassita chiamato acanthamoeba nella cornea dell'occhio destro, rimasto incastrato dopo che aveva fatto la doccia con le lenti a contatto. Da quel momento in poi ha infettato tutto l'occhio, provocando una grave infezione. Per ucciderlo è necessario utilizzare un collirio a base di cloro ma per Petra la situazione era ormai degenerata e si è dovuta sottoporre a due delicati interventi per cercare di risolvere.

Purtroppo, però, le operazioni non sono andate bene e la donna è stata costretta a rimuovere l'occhio. "Quando ho rimosso l'occhio è stata la fine di un periodo di dolore, ora ho una protesi e posso riprendere normalmente la mia vita", ha spiegato Petra. Il consiglio che dà a tutti è quello di non usare le lenti a contatto morbide quando si nuota tra le acque marine o si fa la doccia, visto che il parassita che l'ha colpita si trova proprio nell'acqua del rubinetto, nelle piscine, nelle vasche idromassaggio