Kelly Urey è una donna di 30 anni e pesava 165 chili. Nell’ottobre 2012 ha deciso di sottoporsi ad un intervento chirurgico di bendaggio gastrico, che in pochi mesi le ha fatto perdere moltissimi chili. Gli effetti, però, sono stati devastanti. Kelly ha continuamente dei dolori allo stomaco molto forti, quasi paralizzanti, che la rendono fragile e stanca, mangia poco e non riesce a tonificare il suo corpo. Si sente meno  attraente di quando era obesa e definisce la sua scelta come la peggiore della sua vita. I medici le dicono di continuare la dieta poiché il dolore che prova è “tutto nella sua testa” ed è provocato solo da un suo disagio psichico.

Kelly ha cominciato ad aumentare di peso fin da quando era adolescente: mangiava in maniera sregolata e malsana. Patatine, cioccolata, formaggi e pasta erano i suoi alimenti preferiti. Nonostante il sovrappeso, però, si sentiva molto sicura di sé stessa nelle relazioni sociali. Verso i 20 anni, ha cominciato ad avere alcuni problemi di salute, primo tra tutti il continuo affaticamento, ed i medici le hanno consigliato l’intervento chirurgico. Oggi, a causa anche del disagio che prova, è arrivata a 44 chili, ha un fisico magrissimo e ha dichiarato: “Potrei considerarmi bella ora, ma mi sento orribile. Non ho tanta energia come quando ero obesa e mi sento meno attraente”.