Tanya Derbyshire è una mamma di due bambini, ha 25 anni e, fino a poco tempo fa, era in sovrappeso. Mangiava in modo spropositato, consumando circa 4.000 calorie ogni giorno, si rimpinzava di kebab, patatine al formaggio e snack grassi che l’hanno fatta arrivare a pesare 114 chili. La situazione è peggiorata quando è rimasta incinta, non solo è aumentata di peso man mano che il piccolo cresceva ma ha visto anche il suo corpo ricoprirsi di smagliature.

Avevo smesso di preoccuparmi di ciò che mangiavo, credevo che dovessi mangiare per due. All’improvviso, però, ho cominciato a sentirmi disgustosa e mi sono promessa che le cose sarebbero cambiate dopo il parto”, ha raccontato Tanya. Una volta dato alla luce il secondo figlio, ha mantenuto la sua parole, eliminando completamente il cibo spazzatura dalla sua dieta e facendo nuoto. In questo modo, è stata capace di perdere 44 chili in 16 mesi, praticamente sette taglie. Ha documentato poi il suo percorso sui social per dare il buon esempio a tutte coloro che sognano di dimagrire, ma è rimasta vittima di alcuni troll.

In molti, infatti, l’hanno accusata di ritoccare le foto poiché il suo “nuovo” aspetto era decisamente troppo perfetto per essere raggiunto in modo naturale. “Mi sono sentita come se mi avessero schiaffeggiato, mi dicevano che ero falsa e non potevo accettarlo. E’ stato terribile”, ha dichiarato la donna. Nonostante le critiche, Tanya è orgogliosa dei risultati raggiunti, soprattutto perché è riuscita a fare tutto da sola, senza ricorrere alla chirurgia. Tutti quelli che la sostengono lo hanno capito ed è proprio grazie a loro che ha trovato la forza di dare una svolta alla sua vita.