Il principino George è ormai una vera e propria celebrità, ogni sua apparizione pubblica fa clamore e le immagini che lo ritraggono in compagnia della famiglia fanno subito il giro del mondo. Guardando i look del primogenito di William e Kate, non si può fare a meno di notare che il bimbo indossa sempre gli stessi abiti, scelta fatta di proposito dalla mamma, così da non trasformarlo in una icona di stile fin da piccolissimo. La cosa che però ancora nessuno è riuscito a spiegarsi è per quale motivo il piccolo porti sempre dei pantaloncini corti.

George sfoggia cardigan e camicette molto eleganti che vengono però abbinati solo a dei bermuda tinta unita. Non si tratterebbe, anche questa volta, di una scelta di stile, ma piuttosto di una tradizione inglese molto diffusa tra i reali e tra gli aristocratici. I pantaloni lunghi sarebbero per i ragazzi grandi e per gli uomini, mentre i pantaloncini per i bambini che, indossandoli, danno prova di non essere della "periferia" e di avere una certa classe. Storicamente, la cosa deriverebbe dalle "culotte" indossate dagli aristocratici nel XVI secolo, che continuano ad essere sfoggiate in una versione "moderna" solo tra i nobili che non hanno raggiunto ancora l'adolescenza.

Il principino non è il primo ad aver rispettato questa tradizione, anche William e Harry portavano sempre dei bermuda con tanto di calzettoni al ginocchio quando erano piccoli e hanno "cambiato look" solo una volta cresciuti. Insomma, a quanto pare, dovremmo aspettare ancora qualche anno prima di vedere il principino George indossare dei pantaloni lunghi: per il momento l'etichetta gli impone di sfoggiare solo bermuda.