Tammy Hall è una donna di 43 anni, viene da Adelaide, in Australia, e ha dimostrato di avere particolarmente a cuore la questione ambientale. Nell'ottobre del 2018 ha sposato la compagna Karen Frost, l'aveva conosciuta nel 2005 dopo aver suonato con lei in un'orchestra locale e da allora non l'ha mai più lasciata, tanto da aver compiuto il grande passo al suo fianco dopo che l'unione tra persone dello stesso sesso è diventata legale in Australia. Come ogni donna, ha voluto curare nei minimi dettagli il look sfoggiato sull'altare. Per il suo grande giorno aveva scelto un abito bianco di pizzo, un modello personalizzato con la gonna lunga fino al ginocchio e un corpetto aderente con lo scollo leggermente a barca.

Qual era il suo prezzo? 1.100 euro. Considerando quella spesa un tantino eccessiva per un capo che avrebbe sfoggiato solo alle nozze, ha deciso di andare controcorrente, continuando a indossare il vestito bianco anche nei giorni successivi. "Per me si tratta di una scelta etica ed è il modo più giusto per giustificare una spesa così importante", ha spiegato Tammy orgogliosa. È stata avvistata in total white all'interno del supermercato, nella stazione mentre aspettava il treno e addirittura in palestra mentre sollevava i pesi. Perché lo ha fatto? Per ridurre al minimo gli sprechi, così da prendersi cura del mondo in cui viviamo nel suo piccolo.

"Nel 2016 ho fatto un viaggio in India, fino ad allora non avevo mai capito di essere una privilegiata. Da allora ho fatto una promessa a me stessa: non avrei sprecato più nulla", ha dichiarato la donna, facendo riferimento al momento in cui ha deciso di rendere la sua vita "ecosostenibile". Con la scelta ambientalista è stata capace di aggiungere un tocco glamour alle sue giornate anche se non ha acquistato nessun vestito per un anno intero. Così facendo, si è trasformata in una sposina per 12 mesi: in quante vorrebbero trovare il coraggio di rispolverare l'abito bianco, indossandolo nella quotidianità?