Chi non sogna di uscire di casa con indosso degli abiti super confortevoli, che non strizzano le forme, rendendo ogni movimento una vera e propria tortura? Questa modella ha fatto qualcosa di più. Si chiama Kelly Klein ed è diventata protagonista di un esperimento molto particolare. E' rimasta nelle “grinfie” dell’artista Sarah Attwell per ben due ore e ha ricreato sul suo corpo un jeans realistico, servendosi solo della pittura. Attraverso la body art, la pittrice ha infatti disegnato un pantalone con tanto di sfumature, pieghe e bottoni, coprendo le nudità della modella con diverse tonalità di azzurro. I

l risultato è stato incredibile, tanto che in pochi sarebbero riusciti ad accorgersi del fatto che la modella non indossava nulla. Per capire se la creazione di Sarah era davvero realistica, la ragazza è stata poi invitata a passeggiare su Kensington High Street, una strada di Londra molto popolata, e, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, quasi nessuno si è girato incuriosito. Quello che ci si chiede è se i passanti lo abbiano fatto per educazione o perché realmente hanno creduto che la modella fosse vestita.

Quando si cammina tra le strade di ogni città, capita spesso di incrociare delle persone con dei pantaloni tanto stretti da poter essere considerati una “seconda pelle”, peccato solo che loro i jeans li indossino davvero. Certo, chi conosce "il trucco" nota subito che c'è qualcosa di strano in quel look, ma l'unica cosa certa è che Kelly è riuscita a camminare indisturbata tra le strade londinesi. Chissà cosa sarebbe successo se qualcuno avesse notato che aveva solo un perizoma striminzito.